Riviera Golf

Abbonamento a feed Riviera Golf
Riviera Golf scuola e vacanza
Aggiornato: 5 giorni 12 ore fa

Ai fratelli Bernabé la Coppa della Commissione sportiva

Mar, 18/10/2016 - 16:57

San Giovanni in Marignano – La Coppa della Commissione Sportiva è un affare di famiglia: i due fratelli Bernabé, Filippo e Matteo di San Giovanni in Marignano, infatti si sono aggiudicati l’edizione 2016 della gara al Riviera Golf giocatasi domenica 16 ottobre. Filippo, capitano della squadra agonistica che l’ha timonata dall’A2 alla massima serie italiana, ha vinto infatti la classifica Lorda, consegnando lo score con appena due colpi in più del par del campo. Ma anche il fratello non è stato da meno, vincendo la Prima categoria Netta (il risultato di gara meno l’handicap) con 68 punti. La Prima categoria, insieme alla Seconda, giocava Medal, cioè contando i colpi eseguiti. Al secondo posto si è classificato Gianluigi Bardeggia, ad appena due lunghezze da Matteo.

In Seconda Categoria il miglior risultato è stato di Mirco Ottaviani, con 65 colpi, seguito da Omar Ubertini, che ha chiuso con 67 colpi. La Terza e la Quarta categoria invece giocava con la formula stableford, ovvero due punti per ogni buca chiusa con il par, un punto per ogni colpo in meno. E’ un atleta del Riolo Promotion Moreno Gasparri, a vincere la Terza, con 37 punti, seguito da Raffaele Guidi del Riviera a un punto di distanza. In Quarta categoria il punteggio pari, 28 punti, ha premiato Riccardo Pompucci, che ha avuto la meglio su Ernesto Sergio Di Giacinto grazie alla miglior condotta di gioco nelle seconde 9 buche. Chiude la rassegna dei risultati la riccionese Nicoletta Michelini, che con 34 punti si classifica come miglior Lady, mentre nella categoria Senior vince con 37 punti Elvino Stramigioli.

Sabato si è tenuta la Golf & Go, una nove buche con formula stableford a due categorie che ha visto nella classifica Lordo (i punti sul par del campo) vincere Gianmarco Alberti con 14 punti. Primo Netto della Prima categoria Gilberto Schilirò, tallonato di misura da Maurizio Gullà, che ha concluso con 16 punti. In Seconda categoria il pari punteggio, 18 punti, ha visto consegnare il gradino più alto a Gabriele Fiorucci per la migliore condotta di gioco, penalizzando Marco Alberti. Tra le Ladies successo per la fanese Jirma Kehrer, mentre il miglior Senior è stato l’atleta del Conero Mario Barbatelli.

Categorie: siti che curo

Giornata del Dono di San Giovanni, al Riviera il prologo con l’open day di golf e la chiusura con la gara dimostrativa di Footgolf, offerti ai volontari e ai loro ragazzi

Mar, 11/10/2016 - 22:00

Le associazioni ed il volontariato si presentano alla comunità marignanese per una festa insieme: è la Giornata del dono, che per la prima volta viene festeggiata anche a San Giovanni in Marignano sabato 15 ottobre, con il patrocinio del Comune e della Regione Emilia Romagna. E tra le manifestazioni in programma c’è anche il dono del Riviera Golf ai volontari marignanesi: un open day di golf sabato mattina, curato dal maestro Matteo Matteoni, e la gara dimostrativa di Footgolf, domenica mattina a partire dalle ore 9 con il testimonial del nuovo sport, il campione di calcio Ivano Bonetti.

Il programma prevede l’apertura del campo pratica del Riviera golf dalle ore 9, con le lezioni di golf offerte ai volontari marignanesi. Per accedere al campo, basta un paio di pantaloni di cotone e una polo (non sono ammessi jeans e tute da ginnastica). Poi, allo stadio, dalle ore 15 inizia la prima Festa dell’Associazionismo e del volontariato marignanese: le realtà associative saranno infatti pronte a presentarsi alla Comunità marignanese con video esplicativi, stand di presentazione e prove delle varie specialità. Tra queste anche il Riviera Golf, che presenterà il proprio video di Footgolf e allestirà un tavolo informativo. Alle 16 la partita di calcio tra il Comune (dipendenti ed Amministrazione) e l’Associazionismo marignanese. Al termine della partita, l’Amministrazione comunale presenterà alla Comunità l’Associazionismo marignanese e farà il report di un anno di Vo.ci marignanesi, presentando i progetti futuri. L’evento vedrà la partecipazione dell’assessore regionale Emma Petitti.

Poi, domenica mattina, l’evento finale: la gara dimostrativa di footgolf. L’appuntamento è alle ore 9 per la registrazione dei giocatori: non c’è limite d’età, dai ragazzi ai molto adulti, tutti attrezzati con il proprio pallone regolamentare misura 5, scarpe, bermuda e polo (abbigliamento obbligatorio, niente tute per favore). Dalle 9,30 si comincia la gara dimostrativa: mettere il pallone in buca usando solo i piedi e la propria abilità, con meno colpi possibili. E via così, ogni 10 minuti in gruppi di 4 giocatori, per 9 buche.

Se conoscere il footgolf, qui c’è il video esplicativo (2 minuti e 19) con il campione Ivano Bonetti: https://www.youtube.com/watch?v=fMgEXPnJOo8 . Per partecipare all’open day di golf o alla gara di footgolf, puoi chiedere informazioni allo 0541 955009. Riviera Golf, via Conca Nuova 1236, 47842 San Giovanni in Marignano.

Categorie: siti che curo

14° Open Internazionale di San Marino di Pitch & Putt allo spagnolo Artigas Covacevich. Gli atleti di casa: Caramaschi 4°, Galassi 5°

Mar, 11/10/2016 - 15:55

San Giovanni in Marignano – Va a uno spagnolo, Thomas Artigas Covacevich con 150 colpi la quattordicesima edizione dell’Open Internazionale di San Marino di Pitch & Putt, la disciplina sportiva legata al Golf che si gioca su distanze più brevi. Quest’anno, l’appuntamento affiliato alla International Pitch & Putt Association (Ippa) e organizzato dalla Federazione Sammarinese Golf, si è disputato per la prima volta al Riviera Golf, nel percorso disegnato appositamente dai sammarinesi Giulio Caramaschi, Vicepresidente della Federazione Sammarinese Golf, e Marco Galassi. Il Pitch & Putt, infatti, si gioca su buche tra i 40 e i 90 metri, usando tre sole mazze, il putt e 2 wedge.

In vetta alla classifica dei due giorni di gare, sabato 8 con 36 buche e domenica 9 su 18, due iberici: oltre a Thomas Artigas Covacevich primo, con 158 colpi è salito sul secondo gradino del podio Pablo Rodriguez Padilla, terzo l’italiano di Arona Alberto Viotto, autore tra l’altro dell’unico hole in one della manifestazione, con 159 colpi. A un solo colpo di distanza Giulio Caramaschi, quarto, che ha staccato di poco Marco Galassi, finito quinto con uno score di 163. Nella classifica speciale dedicata agli atleti sammarinesi affermazione di Emanuele Vannucci, con 168 punti, mentre tra i Senior un altro atleta di San Marino a primeggiare, Remo Raimondi, con 166 punti.

«Come tutte le federazioni europee – dice Giulio Caramaschi – la Federazione Sammarinese organizza l’Open internazionale tutti gli anni, una gara frequentata da stranieri e italiani e che ha visto in questa edizione 21 atleti. Per questa prima edizione al Riviera abbiamo creato io e Marco Galassi un percorso di Pitch & putt da zero e, a sentire i commenti dei partecipanti arrivati da Francia, Spagna e Italia, è stato definito molto gradevole e divertente, tanto che il presidente del Riviera, Gianluca Ghiglione, ha espresso il desiderio di renderlo permanente».

Ma come si gioca il Pitch & Putt e che differenze ci sono con il golf? «Il mondo del P&P è un po’ come una grande famiglia – dice Giulio Caramaschi – E’ un gioco aperto a tutti i livelli tecnici e per tutte le età delle persone. Si pratica come il golf, quasi ocn le stesse regole, ma con 3 sole mazze e su un percorso più corto. Siccome manca il tiro lunghissimo, è giocabile dai ragazzini ai giocatori di una certa età. Ed è basato sul gioco corto, che in fondo è quello che nel golf conta di più».

Categorie: siti che curo

Dopo due edizioni vinte, il Riviera Golf cede la Champions Cup al Rimini Verucchio: 12,5 a 7,5

Lun, 03/10/2016 - 17:32

Il Rimini Verucchio Golf Club conquista la Champions Cup, rompendo il “dominio” del Riviera Golf delle due scorse edizioni. Due giorni di gare match play a coppie e singolari con un chiaro 12,5 a 7,5 finale hanno sancito il passaggio di mano del trofeo. Ed è così che la Ryder Cup della provincia di Rimini – è nata infatti ricalcando la più nota sfida golfistica tra Usa ed Europa, ma si gioca tra i due club vicini – da domenica è già nella club house di Villa Verucchio dove vi resterà fino alla prossima edizione, conquistata da Marco Calderoni (HCP 5,7), Giuseppe D’amato (9,2), Marco De Luigi (4,3), Christian Forcellini (4,4), Marco Galassi (6,5), Roberto Giovannini (7,4), Alessandro Nanni (3,7), Filippo Pacini (6,3), Marco Pelliccioni (4,6), Filippo Ronconi (2,4), Mirko Savoretti (7,5), Eddy Sierra (8,1), guidati da Giulio Caramaschi.

Il confronto tra i due club riminesi, quest’anno giocato sul campo del Riviera Golf, è iniziato sabato con le prove match play a coppie, a partire dalla 4 balls: entrambi i giocatori della squadra giocano la loro palla e dei due risultati si sceglie il migliore per ciascuna buca. Le quattro prove in programma finiscono in parità: due al Rimini Verucchio, due al Riviera. Ma è nelle seconde quattro gare di coppia, con formula Foursome (i giocatori si alternano al tiro della palla, a cominciare dal tee) che il Riviera comincia a perdere terreno. Solo la coppia Enrico Bernabé / Artur Kryhan riesce a conquistare il punto in palio per la vittoria, le altre tre prove vanno a Verucchio: 5 a 3 lo score di giornata, con i Match Play singolari da giocare l’indomani, domenica.

Il primo del Riviera a scendere sul campo è Artur Kryhan contro Marco De Luigi, ma è giornata no per il campione interregionale in carica e il verucchiese allunga il passo del club, imitato dal compagno di squadra Calderoni che batte Cristian Currenti: 7 a 3 il tabellone del torneo. I due fratelli Bernabé, Matteo e Filippo, chiudono con un pari, il primo con Giuseppe D’Amato, il secondo con Christian Forcellini, che sul tee della 18 però era sotto di una buca… Il pareggio vale mezzo punto per il trofeo e lo score va a 8 a 4 con 8 prove da disputare. Bernabé padre, Enrico, cede a Filippo Pacini e il Verucchio allunga, prova Andrea Ricci a fermare la corsa battendo Mirko Savoretti, ma in questa edizione i giocatori della Valmarecchia vanno decisamente bene: Filippo Ronconi e Marco Galassi battono rispettivamente Federico Pelliccioni e Domenica Parma. Il giapponese in forza al Riviera Shigemitsu Matsunaga batte Eddy Sierra, ma la distanza di punteggio tra i due team è diventata incolmabile e a nulla servono le ultime prove dei giocatori del Riviera: Cristino Giorgetti pareggia contro Alessandro Nanni, Gianluigi Bardeggia perde contro Marco Pelliccioni, mentre Roberto Bianchi riesce a chiudere in bellezza battendo Roberto Giovannini. La Champions Cup alla sua terza edizione passa per 12,5 a 7,5 al Rimini Verucchio Golf Club.

«Nei singolari siamo stati molto più forti – dice Giulio Caramaschi, capitano della squadra del Rimini – Verucchio – devo fare un grande plauso ai miei giocatori, hanno giocato con la voglia di portare a casa la coppa, dopo due anni di strapotere del Riviera. Ma ha vinto sopratutto l’unione e l’amicizia tra i due golf club e lo spirito sportivo che ci ha visti tutti sul green della 18 fino all’ultima partita, ad aspettare i loro amici che finissero. E devo rimarcare il piacere di aver avuto un collega capitano come Jerry Douglas (il capitano del Riviera Golf), una persona disponibile, un amico di tutti i giocatori». Archiviata la Champions Cup, ora l’attenzione è tutta sulla Romagna Cup: diversa la formula ma uguale la sfida: Verucchio contro San Giovanni, e vinca il migliore.

La formazione del Riviera Golf: Gianluigi Bardeggia (HCP 7,4), Filippo Bernabé (0,3), Enrico Bernabé (6,9), Matteo Bernabé (9,0), Roberto Bianchi (9,4), Cristian Currenti (7,6), Cristino Giorgetti (3,9), Artur Kryhan (0,6), Shigemitsu Matsunaga (7,7) Domenico Parma (7,3), Federico Pelliccioni (5,0), Andrea Ricci (9,1), guidata da Jerry Douglas

Categorie: siti che curo

Doppia affermazione di Bria nelle gare del WE. Sabato è Champions cup, la sfida tra team del Riviera e del Rimini – Verucchio

Mar, 27/09/2016 - 12:53

San Giovanni in Marignano – Domenico Parma si aggiudica la prima edizione del Golf and Wine by Sandroni International al Riviera Golf, sabato 24 settembre. Il giocatore del Riviera Golf con 34 punti primeggia sui 70 partecipanti nella classifica Lorda stableford (calcolata sul par del campo), mentre il marignanese Catalin Bria si aggiudica la Prima categoria, superando in virtù della migliore condotta di gioco nelle ultime nove buche il pari punteggio (44) Omar Ubertini. In Seconda categoria un altro parimerito si risolve con la condotta di gioco: Alessandro Muccini infatti supera Stefano Pirani del golf Village, pur consegnando entrambi uno score di 36 punti. Tra le Lady, torna sul podio Nicoletta Ricci, con 33 punti, mentre il miglior Senior è Stefano Palmieri. Tre i premi speciali della Golf and Wine, con Stefano Palmieri che dal tee della 15 arriva a 1,59 mt dalla buca, mentre Luca Donati e Orietta Barocci siglano il drive più lungo maschile e femminile sulla buca 8.

Catalin Bria raddoppia gli allori questa settimana: domenica 25 il giocatore di San Giovanni torna sul podio della Prima categoria battendo Cristian Currenti nella 18 buche stableford Pool Cup. Anche in questo caso è stata la condotta di gioco a fare la differenza, perché entrambi hanno consegnato lo score a 37 punti. Il miglior giocatore Lordo è stato invece Mirko Orazi, del gc Alpe della Luna, con 30 punti. In Seconda categoria vince di misura Gilberto Schilirò, con 39 punti, su Mauro Bellamio, mentre festeggia la sua prima vittoria Nicola Mordini in Terza categoria, battendo di due punti Antonella Balzi, fermatasi a 35 punti. La migliore Lady è ancora una volta Orietta Barocci, mentre il miglior Senior con 37 punti è stato Gianfranco Manfroni.

Sabato scendono in campo le rappresentative del Riviera Golf e del Rimini Verucchio Golf Club per l’attesa disfida tra i circoli della provincia di Rimini, che ricalca la più nota Ryder Cup, con il Riviera che difende il titolo. Tre le prove in programma sabato e domenica con formula match play, si comincia con la 4 palle a coppia (si segna il miglior risultato buca per buca), nel pomeriggio parte la foursome, domenica i match play singoli.

Prossime gare: giovedì 29 settembre si gioca la Double Cup, una 18 buche Foursome a coppie del circuito di 4 gare con finale nazionale. Domenica 2 ottobre si gioca anche la Golf Us Cup, una 18 buche stableford a 3 categorie.

Categorie: siti che curo

A Kryhan e Orciani il Mister Nut golf trophy, Ronconi e Bria vincono l’Asset Golf San Marino

Mar, 20/09/2016 - 11:57

San Giovanni in Marignano – Artur Kryhan e Claudio Orciani si aggiudicano l’edizione 2016 del Mister Nut Golf Trophy sul campo del Riviera Golf. Con 33 punti in classifica Lorda (punti stableford calcolati sul par del campo) il giovane campione interregionale in carica supera sabato 17 settembre gli altri 67 partecipanti, mentre il fanese Orciani del Riviera Golf con 37 punti si attesta al vertice della classifica Netta di Prima categoria. Lasciando a due punti il secondo classificato, Filippo Pacini del Rimini Verucchio gc.

Posizioni di club invertite invece per la Seconda categoria, dove a primeggiare è un’atleta del campo da golf in riva al Marecchia: Barbara Grossi si afferma con 38 punti, staccando di misura il fanese Roland Ender. In Terza categoria è un altro marchigiano, il pesarese Gabriele Fiorucci, a dominare il campo con 41 punti, irraggiungibile dal cattolichino Andrea Baroni che ha siglato lo score con 4 punti in meno. Tra le Lady è Antonella Balzi la migliore, mentre la classifica Senior vede in vetta il riccionese Gilberto Schilirò.

Numerosi i premi speciali consegnati dal patron della gara, il presidente della New Factor Spa Alessandro Annibali. Roland Ender si è aggiudicato il Nearest to the pin, facendo atterrare la palla a m. 1,34 dalla buca 15. I premi per il longest drive (il tiro iniziale più lungo), giocati sulla buca 8, hanno completato il successo dei due vincitori di categoria, ovvero Orciani per il maschile e Barbara Grossi per le lady.

Prima edizione dell’Asset Golf San Marino Trophy domenica 17, gara organizzata dall’omonimo sodalizio golfistico del monte Titano, che vedeva la prima categoria giocare con la formula Medal (si contano i colpi giocati), mentre la Seconda categoria giocava con la formula Stableford. Alla fine delle 18 buche è stato Filippo Ronconi il miglior giocatore Lordo, chiudendo con 73 colpi (+3 rispetto al par del campo), mentre la pattuglia sammarinese vede al terzo posto Christian Forcellini (+6) e al quarto Federico Pelliccioni (+7). La classifica Netta (il risultato Medal meno l’handicap del giocatore) è andata a Catalin Bria, che ha firmato lo score con 69 punti, battendo di misura il sammarinese Sandro Sapori. Molto più netta invece l’affermazione di Joanne Amici, la giocatrice sammarinese con 38 punti si è aggiudicata la Seconda categoria, giocata con punteggio stableford. Amici ha distaccato di due punti il piemontese Roberto Forcherio, del golf club Claviere, fermatosi a 36 punti. Orietta Barocci si è aggiudicata, infine, la classifica Lady, con 32 punti

Prossimi appuntamenti sportivi: giovedì 22 si gioca la Double Cup, una 18 buche stableford a coppie con formula greensome, tappa di un circuito di 4 gare con finale nazionale. Sabato 24 debutta la Golf and wine by Sandroni Inetrnational, 18 buche stableford a 2 categorie limitate, valevole per il circuito Golf&Go con accesso diretto alla semifinale nazionale per i primi netti di categoria e il primo lordo. Domenica 25 chiude la settimana agonistica la Pool Cup 2016, 18 buche stableford a 3 categorie, valevole per il campionato sociale.

Categorie: siti che curo

Nicoletta Michelini e Cristino Giorgetti vincono la Kia Golf Cup 2016 by Boattini

Mar, 13/09/2016 - 16:17

San Giovanni in Marignano – Con due soli colpi in più sul par del campo Nicoletta Michelini e Cristino Giorgetti si aggiudicano la Kia Golf Cup, la giovane riccionese vincendo la classifica Netta di Prima categoria, il secondo nella classifica Lorda, (stilata sul par del campo). Una gara decisamente di alto livello quella di domenica 11 settembre al Riviera Golf, che vede dei podii dai risultati alti in tutte le categorie, e che confermano l’edizione 2016 come una delle più importanti classiche del Riviera Golf, organizzata da anni dal socio del club Francesco Boattini. Con 72 colpi giocati e 43 punti stableford guadagnati, la giovane riccionese (entrata quest’anno nell’Ordine di Merito della Federazione Golf, ovvero i migliori dilettanti italiani), domina la Prima categoria, seguita dal pesarese Andrea Ricci, che ha siglato lo score con 41 punti, mentre finisce terzo a un punto di distacco il sammarinese Orazio Della Valle. Nel lordo invece l’atleta di Santarcangelo Giorgetti stacca tutti i 130 partecipanti con 34 punti.

Sigla con la vittoria l’approdo alla Seconda categoria Bratislav Ckrkic, giocatore serbo dal cognome impronunciabile che vive a Tavullia, che con tre birdie alla 5, alla 6 e alla 13 (un colpo in meno rispetto al par della buca), ha consegnato un tabellino da 42 punti. Due in più dell’anconetana Valentina Rinaldi e del terzo classificato, il ravennate Pierluigi Cattani. In classifica Lady troviamo la cattolichina in forza al Cervia gc Francesca Pastorello al primo posto, con 31 punti, miglior Senior un giocatore del Mia golf, Michele De Zio. Nelle classifiche speciali due riccionesi: quella dedicata ai possessori Kia va a Paolo Cecconello, con 37 punti, mentre tra i clienti della concessionaria Boattini vince Emanuele Danzi, con 39 punti.

Tre le prove speciali di questa Kia Golf Cup, due vanno ad atleti sammarinesi: il nearest to the pin (chi si avvicina di più alla bandiera) va a Federico Pelliccioni, il cui colpo dal tee di partenza della 15 si ferma ad appena 34 cm dalla buca. Un altro sammarinese sigla il drive più lungo (il tiro iniziale dal tee), alla buca 8: Christian Forcellini, mentre è la cattolichina Orietta Barocci la lady che spedisce la palla più lontana al primo tiro, sempre alla buca 8.

La settimana sportiva del Riviera Golf è stata aperta dalla vittoria della coppia Artur Kryhan – Marco Sebastiani, mercoledì 7 settembre con la Goldenfour, organizzata da Cristian Events. Il primo marignanese, il secondo cattolichino, hanno consegnato uno score di 34 punti nella classifica Lorda, calcolati sul par del campo. In Classifica Netta (ovvero al netto degli handicap) hanno primeggiato invece il duo formato dal riminese Paolo Valmirti e dal sammarinese Orazio Della Valle, con 42 punti stableford. Stesso punteggio ma secondi perché penalizzati dalla condotta di gioco nelle seconde buche per Gianluigi Bardeggia e Francesco Nicoletti. La migliore coppia mista è stata cattolichina, ovvero Orietta Barocci e Pierpaolo Saioni, mentre la palma per i migliori giocatori Senior se la sono aggiudicata Lucio Omiccioli e Gilberto Schilirò.

Prossime gare. Questa settimana l’agonismo al Riviera prevede mercoledì 14 la Louisiana Alcenero CristianEvents, giovedì 15 la Double Cup, mentre sabato 17 si inaugura un fine settimana davvero competitivo e partecipato con la Mister Nut Golf Trophy 2016, 18 buche stableford 3 categorie, gara abbinata al circuito Pool Cup by Riviera Golf e valevole per campionato sociale stableford. Domenica altro atteso appuntamento con il primo trofeo Asset Golf San Marino, 18 buche a due categorie, la Prima gioca Medal (si contano i colpi giocati), la Seconda stableford.

Categorie: siti che curo

L’ex calciatore Bonini con il pro Rota, Bolognesi e Forcellini vincono la pro am The Event by Airdp

Mer, 07/09/2016 - 16:00

San Giovanni in Marignano – Andrea Rota, professionista di golf, e gli amateur Ugo Bolognesi, l’ex calciatore Massimo Bonini e Christian Forcellini si sono aggiudicati il miglior risultato lordo alla Pro Am The Event by AirDP, la sfida promossa dal concept brand che vede fra i suoi soci fondatori Alessandro Del Piero. Dopo due giorni di gara, domenica 4 e lunedì 5 settembre al Riviera golf, il quartetto ha avuto ragione di altre 22 squadre, tutto composte da un professionista e tre amateur, da cui deriva il nome della formula, Pro am, appunto.

Miglior professionista in campo – c’era una classifica riservata – è risultato Gregory Molteni, della Pga Italiana (Associazione dei golfisti professionisti), con 135 punti, seguito da Mauro Bianco, e Andrea Bolognesi, entrambi a 3 colpi di distanza. Completano la classifica professionisti Andrea Rota (140), Francesco Testa (141), Pierluigi Colonna, (141) e Lorenzo Magini (141).

La classifica netta a squadre ha visto primeggiare il team composto da Andrea Zani (p) con gli amateur Gabriele Lavelli, Michele Plebani e Danilo Michele Calissi, con 242 punti totalizzati nelle 2 giornate. Secondo netto ma di misura, con 243 punti, il team capitanato dal pro Emanuele Bolognesi con Roberto Meisina, Luciano Fantoli e Alfredo Delli, mentre ha concluso con 248 punti la squadra formata da Matteo Verardo (p), con gli amateur Jacopo Randi Passanti, Pierluigi Cattani e il piccolo Francesco Currenti, 10 anni appena ma già molto promettente.

La formula di gioco della Pro Am prevede che ogni giocatore del team gioca la propria palla, ma si tengono in considerazione i due migliori risultati per buca. Diversi i premi speciali in palio per questa divertente formula, con due Nearest To The Pin (chi si avvicina di più alla bandiera) alla buca 15 sabato, vinti da Andrea Fisco con m. 3,29 e Gian Marco Gregori con m. 3,36, e uno domenica, di Bruno Dambrine, m. 3,50.

Prossimi appuntamenti – Domenica 11 settembre c’è attesa per Kia Golf Cup 2016 by Boattini, classica del Riviera a 18 buche (regolamento Kia 2016), valevole per il campionato sociale stableford. Mercoledì 14 si gioca invece la Lousiana Alcenero by Cristianevents, luisiana a 2 giocatori con in palio per la prima coppia netta viaggio e finale ad Alicante nella primavera 2017. Giovedì 15 si gioca invece la Doubel Cup.

Categorie: siti che curo

Cristino Giorgetti vince la Apart All Inclusive Birra Collesi, la classifica Netta al bolognese Palloni

Mar, 06/09/2016 - 18:30

Cristino Giorgetti (al centro con il cappello) brinda con la birra Collesi dopo aver controllato lo score vincente

Una gara a tutta birra per Cristino Giorgetti, l’atleta di Santarcangelo che è tornato sul podio assoluto – primo Lordo, ovvero confrontandosi con il par del campo – alla Apart All Inclusive organizzata dalla Birra Collesi sabato 3 settembre. Sulla distanza di 18 buche stableford al Riviera Golf, Giorgetti ha concluso il suo giro con 35 punti, mettendo in fila gli altri 55 partecipanti con ben 6 punti di distacco sul secondo. In Prima categoria ha vinto invece di misura Gianluca Palloni, di Bologna, con 35 punti, seguito dal cervese Lorenzo Santinelli.

La Seconda categoria ha visto il fanese, socio del Riviera, Fabio Montanari affermarsi con 42 punti, mentre il secondo, Mirco Ottaviani, si è fermato a 38 punti. Netta anche l’affermazione di Gabriele Fiorucci, di Pesaro, nella Terza Categoria. Con i suoi 40 punti nulla ha potuto il riminese Marco Mini, che ha firmato lo score con 37 punti. Nella classifica Lady troviamo al primo posto la riminese Roberta Decè, mentre tra i senior è il fanese Enzo Capogna a consegnare lo score migliore, con 37 punti.

Categorie: siti che curo

Land Rover Golf Challenger record, 215 partecipanti e un hole in one

Mer, 31/08/2016 - 17:45

I vincitori della Land Rover Golf Challenge 2016 al Rimini Riviera Golf

San Giovanni in Marignano – E’ stata la gara clou dell’estate al Riviera Golf la Land Rover Golf Challenge, che ha sbriciolato ogni record di partecipanti: 215 golfisti in lizza per contendersi la finale a Dubai, sabato 27 agosto. E che ha segnato anche un hole in one, la buca in un colpo solo, messo a segno dal socio del Riviera Marco Alberti dal tee della Sei. La palma per il miglior giocatore di questa 18 buche stableford in classifica Lorda (punteggio sul par del campo) è andata a Vittorio Martino, che dal golf club Miglianico, Abruzzo, ha messo in fila gli altri 214 concorrenti con 41 punti. In prima categoria Netta (punti basati sull’handicap del giocatore) è stato Gianfranco Carbon del bresciano gc Ponte di Legno, che ha battuto con 43 punti il suo inseguitore, il cattolichino Stefano Palmieri, fermatosi a 40 punti.

Viene dal golf course di Castell’Arquato Giordano Balestrieri, il vincitore della Seconda categoria, che ha battuto di misura Giovanni Leone, 43 a 42. In Terza categoria troviamo un giocatore cervese nettamente in cima alla classifica, Sergio Mercuri, con 47 punti, inseguito a 3 punti da Michele Forlani, del Cus Ferrara. Per trovare le migliori performance degli atleti di casa occorre scorrere le classifiche Lady e Senior. La marignanese Consuelo Vagnini infatti ha portato a casa il miglior risultato tra le donne con 41 punti, mentre è stato il pesarese Riccardo Pompucci a primeggiare tra i senior. Un altro pesarese ha portato a casa la classifica speciale per i possessori di una Land Rover: Domenico Bellini, anche lui in forza al Riviera Golf, ha vinto con 41 punti.

Il pesarese Marco Alberti, autore della buca in un colpo alla Sei, premiato da Gianluca Ghiglione

Numerose le prove speciali a corredo della competizione. Cominciamo dai nearest to the pin, i colpi andati più vicino alla buca nelle buche par 3 del campo: Consuelo Vagnini, oltre alla classifica Lady si è aggiudicata il miglior tiro alla buca Tre, mettendo la palla a 87 cm dalla bandierina. Già ricordata l’impresa di Marco Alberti alla 6: hole in one. Alla 13 il bolognese Alberto Deyla Masi ha piazzato il tee shot a 1,07 metri, mentre alla 15 è un atleta di casa, Domenico Bellini, a fare il miglior tiro, scagliando la palla a un metro e 4 centimetri dalla buca. I drive più lunghi, prova speciale alla buca 8, sono andati all’atleta di casa Roberta Decè e per il maschile a Giorgio Porta. Alla buca 5 è stato Raffaele Pellweber ad avvicinarsi di più con il drive ad un bersaglio posto a 250 metri, mentre alla buca 14 il singolare contest per chi arrivava in green più vicino alla buca con il secondo colpo: complimenti al marignanese Matteo Bernabé. Finita la gara, altra prova speciale, questa volta giocata su un percorso disegnato sul putting green del campo pratica, vinto da Enrico Marchesini con Emanuele Danzi arrivato secondo.

Categorie: siti che curo

Kryhan terzo nel Trofeo nazionale San Giovanni in Marignano, andato a Colozza di Roma

Mar, 23/08/2016 - 12:56

San Giovanni in Marignano – Terzo posto per l’atleta di casa Artur Kryhan al Trofeo Città di San Giovanni in Marignano, svoltosi sabato e domenica al Riviera Golf, percorso da 70 colpi da giocare su 2 prove (36 buche) con classifica Scratch, ovvero sui colpi effettivamente giocati. La gara era riservata ai migliori dilettanti italiani iscritti nell’Ordine di Merito della Federazione Italiana Golf e la vittoria è andata a Simone Armando Colozza, del golf club Parco Roma, che ha concluso con 145 colpi, + 5 sul par del campo. Secondo, con gli stessi colpi di Kryhan, ma premiato per la miglior condotta di gioco nel secondo giro, Michele Bosco, giocatore del club Le Fonti di Bologna, che ha concluso la prova con 147 colpi, + 7. Nella classifica pareggiata, ovvero il risultato al netto dell’handicap del giocatore, primo è risultato Enea Moretti, del golf club Mia, con 128 colpi, secondo Johander Ruiz Mercado del golf club Croara, con 134 colpi. Kryhan, campione interregionale in carica, nella prima prova ha fatto da battistrada. Alla buca 5, addirittura, ha messo a segno un drive che ha portato la sua palla a 4 metri dalla bandiera: 315 metri di volo, misurati dal caddie. Un tiro ineguagliato. Nel secondo giro, domenica, non ha mantenuto lo stesso passo, segnando un + 7 rispetto al campo, in una giornata funestata dal maltempo che ha portato addirittura la gara ad essere sospesa per 45 minuti per il timore dei fulmini.

In campo femminile il Trofeo San Giovanni in Marignano è andato a Elisa Salvi del club Gardagolf che ha concluso i due giri con 156 colpi, + 16 del par del campo, al secondo posto Greta Bacchiavini del golf club San Valentino con 164 colpi. Prima in classifica pareggiata un’atleta del Conero, Rebecca Giampieri, con 135 colpi. Quinto posto Scratch per Nicoletta Michelini, la migliore delle atlete di casa, al suo debutto in una gara aperta all’Ordine di Merito, nella quale è entrata questa primavera nella gara di Argenta. La riccionese ha chiuso la gara con 177 colpi, guidando la pattuglia rosa del Riviera che comprendeva Nicoletta Ricci (+41), Giorgia Piccini (+51) e Consuelo Vagnini (+66).

Al Riviera c’è compiacimento per questo primo torneo intitolato alla Città di San Giovanni in Marignano, diretto da Lorenzo Esposto Renzoni, coadiuvato nel comitato di gara dagli arbitri Ubaldo Battarra e Luca Allegranti: «Organizzare una gara federale aperta ai giocatori dell’Ordine di Merito, i migliori dilettanti italiani, è per noi motivo di orgoglio e un traguardo di qualità – ha detto Gianluca Ghiglione, presidente del Riviera – che abbiamo condiviso con la città, grazie al patrocinio». Infatti, alla premiazione, insieme al consigliere federale FIG Celso Lombardini e il direttore del Resort Fabrizio Sorgi, è intervenuto Gianluca Vagnini, assessore del Comune di San Giovanni, che ha rimarcato la soddisfazione per «un torneo nazionale dedicato alla nostra realtà, che sta diventando importante per le sue eccellenza sportive, come il Riviera golf – che crediamo possa essere sempre di più un volano turistico inserito nel tessuto sociale e sportivo – ma anche come il Riviera Horses e, da quest’anno, la pallavolo che ha portato San Giovanni in A2».

«Ero partito con l’idea di fare score, e quindi ho buttato già via la gara – commenta Artur Kryhan – Primo consapevole di esserlo. Di solito non mi da fastidio, ma ho sbagliato perché mi ero prefissato di fare risultato. Non mi sono divertito in campo, non sono riuscito a fare i colpi che desideravo e, quel che è peggio, non sono riuscito a cambiare la partita in corso, cosa che di solito riesco a fare. Ma sono contento, perché a pari punti con il secondo è un risultato, perché ho capito dove ho sbagliato – dovevo allenarmi di più – e perché ho imparato qualcosa di importante: non mollare su nessun colpo, cambiare livello ed essere consapevole di cambiare il mio essere in campo. Lo farò alla prossima gara». Undicesimo invece Davide Di Lorenzi, l’altra giovane promessa che con Artur e il resto del team agonistico ha portato il Riviera Golf in A1, la scorsa primavera, il quale ha concluso i due giri a +18. Il resto della pattuglia del Riviera si incontra dal 17 posto con Enrico Bernabé, Federico Pietanesi al 18°, Lele Danzi al 20.

Categorie: siti che curo

La gara nazionale Fig intitolata alla Città di San Giovanni in Marignano. Golfinger a Grandicelli e Pelliccioni, Kryhan vince a Ferragosto

Mar, 16/08/2016 - 15:10

San Giovanni in Marignano – Il Riviera Golf ospita un trofeo nazionale della Federazione Italiana Golf e lo intitola alla Città di San Gìovanni in Marignano: “un gesto per noi dovuto: crediamo che il Riviera sia una risorsa per S. Giovanni e abbiamo voluto ribadire il legame con la città in occasione di questo importante appuntamento nazionale”, dice Gianluca Ghiglione, presidente del circolo golfistico. «Il Trofeo Città di San Giovanni in Marignano, che si disputa sabato 20 e domenica 21 su due giri da 18 buche con formula stroke play (si contano i colpi eseguiti, vince chi ne fa di meno), è aperta a 87 giocatori e 39 giocatrici presenti nell’Ordine di Merito della Federazione Italiana Golf, ovvero i migliori dilettanti italiani. L’Ordine di Merito – spiega Ghiglione – oltre a individuare e premiare i migliori dilettanti italiani, vuole nello stesso tempo spingere gli atleti ad una maggior partecipazione alle competizioni di alto livello e ad elevare il livello agonistico delle competizioni nazionali. Ospitare una simile gara federale è per noi motivo di orgoglio e un traguardo di qualità, che vogliamo condividere con la città. E il Comune ha confermato il reciproco legame, concedendoci il patrocinio».

Il fine settimana di Ferragosto al Riviera si è aperto la vigilia, domenica 14, con la Golfinger Double Cup, intitolata alla nota marca di carrelli elettrici da golf e che trova nel socio del circolo sportivo Lorenzo Turtori l’anima organizzatrice. Vincitori della classifica Lordo il duo formato dal pesarese Fabio Grandicelli e dal sammarinese Federico Pelliccioni, che hanno terminato le 18 buche a 35 punti (il lordo si calcola sul par del campo). Per la classifica Netta (punti stableford compensati dall’handicap dei giocatori) invece sono Giampiero Ticchi e Ferruccio Carpani, duo da Cattolica e da Pesaro, a battere le altre copie con 49 punti. Seconda classificata la coppia formata da padre e figlio, Marco e Gianmarco Alberti, anch’essi da Pesaro, con 46 punti, che hanno lasciato ai riminesi Paolo Tomassini e Alessandro Dionigi la terza piazza pur a parità di punteggio in virtù della migliore condotta di gioco nelle seconde nove buche.

Ormai tradizionale la Gran Galà Golf Cup 2016 per Ferragosto, al Riviera, andata al “local hero” di San Giovanni in Marignano, il neo campione interregionale per le Marche e l’Emilia Romagna Artur Kryhan. Con 33 punti Lordi (calcolati sul par del campo), Artur ha messo in fila tutti gli altri partecipanti, regolando con 3 punti di distacco il secondo classificato Lordo l’anconetano Roberto Agricola.

Numerosi i premi di giornata per questa classica del Riviera. In Prima categoria netta è il clementino Francesco Arduini a vincere, seppur di misura, con 39 punti su Luca Denicolò, di Verucchio. In Seconda categoria torna a vincere con 43 punti il riccionese Giorgio Attala, imponendosi con 4 punti di distacco su Pier Luigi Ferrari, giocatore del club Poli Golf. In Terza categoria invece è un solo punto a dividere il pesarese in forza al Riviera Massimo Saccardi dall’atleta del Castello Tolcinasco Antonella Masala: 38 a 37. La migliore Lady è stata Valentina Rinaldi, di Ancona, mentre il palmares per la migliore prestazione Senior è andata al cattolichino Marco Sebastiani.

Numerose le “gare nelle gare”, per questo Gran Galà di Ferragosto. Alla buca Tre il nearest to the pin (chi si avvicina di più alla buca con il primo tiro) è andato a Gustavo Bussinello, del Golf Club Verona, fermatosi ad appena 1 metro e 52 dalla bandiera. Alla buca 6 Giampiero Ticchi è arrivato a 1,88 m, alle buca 13 Roberto Agricola ha vinto con 4 metri, mentre alla 15 Paolo Giuliano Giuliano de Ponti, del golf club Casalunga, ha fermato la pallina a 2 metri e 40 dalla bandiera. Infine i longest drive, i tiri dal tee di partenza dalla buca 8 più lunghi. Per il maschile il premio è andato a Michele Nonfarmale del Paradiso golf club, mentre per il femminile è stata l’atleta di casa, la riccionese Nicoletta Michelini, a tirare più lontano di tutte.

Il 10 agosto si è disputata la tappa del Riviera dell’Orange Jacket, circuito promosso dalla Cristian Events che ha visto Cristino Giorgetti come miglior giocatore a punteggio Lordo (calcolato sul par del campo), con 33 punti. In Prima categoria ha vinto il sammarinese Marco Galassi, con 40 punti, battendo di misura Mirlo Orazi, del golf club Alpe dlela Luna. In Seconda categoria il asarese Bernardino Bernardini ha vinto con 40 punti sul conterraneo Floriano Salvini, fermatosi a 39, mentre in Terza categoria è stato Enrico Farioli a vincere nettamente con 47 punti sul bolognese Federico Sandrolini, che ha consegnato uno score di 41 punti. La migliore lady è stata l’atleta del Castello di Tolcinasco Antonella Masala, mentre il miglior Senior è stato Antonio Muzi.

Prossime gare. Oltre al Trofeo Città di San Giovanni in Marignano, sabato 20 e domenica 21, al Riviera si gareggia giovedì 18 agosto con la Golf & Food Cup 2016, 18 buche stableford 3 categorie. Mercoledì 24 invece tornano i circuiti Cristian Events con la Pink Jacket, 18 buche stableford a 3 categorie, con finale nazionale ed estera. Green fee e iscrizione gara prezzo agevolato.

Categorie: siti che curo

Promessa del golf vince la Pascucci Cup: Graziani, 14 anni, chiude 4 colpi sopra il par

Mar, 09/08/2016 - 13:22

San Giovanni in Marignano – La classica del Riviera Golf Pascucci Cup va a una giovane promessa del golf italiano, in trasferta da Roma: Riccardo Graziani, campione italiano a squadre under 14 poche settimane fa, si è infatti aggiudicato la gara intitolata alla nota marca di caffè giocatasi domenica 7 agosto. Il ragazzo ha suscitato i commenti femminili circa la sua rassomiglianza con il principe Henry, ma sul campo ha affermato la sua identità di campione italiano, battendo i 129 avversari nella classifica Lordo (i colpi effettivamente tirati) scalandola con 74 colpi, quattro più del par del campo. Non male per un under 14.

La prima categoria nella Pascucci Cup giocava Medal, ossia conteggiando i numeri dei colpi effettivamente tirati dal giocatore. Per conteggiare la classifica Netta, a questi colpi si tolgono l’handicap del giocatore. E in quest’ultima classifica è stato il riminese Davide Zaghini a vincere, con 67 punti, uno più del marignanese Matteo Barnabé. La Seconda categoria, come le successive, si giocava invece con la formula Stableford, ovvero 2 punti per la buca conclusa nel par della buca più i colpi di handicap del giocatore, 3 per un colpo risparmiato, 4 per due colpi risparmiati e via così. Il podio della Seconda categoria parlava bolognese: Luca Sandrolini è salito sul gradino più alto, con 42 punti, distanziando di 4 il conterraneo Claudio Salvatore. In terza è stato un brianzolo a metetre in fila i colleghi di handicap, Antonio carlos Guitart, che con 44 punti ha battuto la giocatrice fanese Jrma Kehrer, fermatasi a 38. La classifica Lady è stata appannaggio di un’altra fanese, Silvana Bettitelli, con 37 punti, mentre per i Senior ha vinto Giovanni Cerri, del golf club Le Fonti.

Numerosi i partecipanti anche alla Cream Jacket, gara di circuito a punteggio Stableford organizzata dalla Cristian Events, mercoledì 3 agosto. In 70, provenienti da molti circoli delle Marche ed emiliani, sono saliti sul tee della buca 1, ma è stato Filippo De Florio, del circolo Agrigolf di Civitanova Marche a vincere la classifica Lordo (ovvero il punteggio calcolato sul par del campo e non sull’handicap del giocatore), con 37 punti, mettendo in fila gli altri 69 giocatori. Nella classifica Netta in Prima categoria si è affermato il faentino Saverio Landolfini, con 42 punti, che ha distanziato di due punti Giorgio Boinega, giocatore del club Alpe della Luna. In Seconda categoria il primo netto è risultato Fabio Mastrocola del golf club Sibilla di Petriolo che, pur a pari punteggio, ha battuto Riccardo Boinega in virtù della migliore condotta di gioco nelle ultime 9 buche. In Terza categoria ha vinto il giocatore del Mia golf Michele Montesi, che con 43 punti ha regolato il secondo, Loris Fragnito. Tra i Senior miglior prova per il santarcangiolese Cristino Giorgetti, atleta di casa, che ha concluso la prova a 38 punti.

Cosimo Delfino è tornato a vincere la classifica Netta di Prima categoria nella Taylormade Open Race To Marrakech, la 9 buche stableford di sabato 6 Agosto, gara di circuito sempre molto partecipata nonostante si giochi su metà lunghezza del campo. Miglior Lordo della gara invece è risultato Paolo Righi, del golf club Paradiso, con 12 punti. In Prima categoria non è riuscito a raggiungere la prova di Delfino, 16 punti, il riccionese Tristano Tamagnini, fermatosi a 1 punto indietro. In Seconda categoria i conti li ha regolati la migliore condotta di gioco nelle ultime buche: a pari punteggio di 18 è stato Marco Monti il vincitore, Jerry Douglas si è dovuto accontentare del secondo posto. In Terza categoria invece il risultato è stato netto per Enrico Farioli, del golf club Casalunga, che con 25 punti ha battuto il modenese Ernesto Artioli Gnoli

Prossime gare. La settimana a cavallo del Ferragosto vede tre competizioni in programma. Si comincia il 14 agosto con la Golfinger Cup 2016, 18 buche con la divertente formula a coppie 4 palle la migliore: buca per buca si sceglie il miglior punteggio tra i due componenti del team. La categoria è unica e il limite di handicap per partecipare è 27. A Ferragosto torna l’appuntamento con la Gran Galà Golf Cup, 18 buche stableford a 3 categorie, valevole per il campionato sociale Stableford 2016.. Mercoledì 17 è la volta della Gran Luisiana Alce Nero, firmata da Cristian Events, una louisiana a coppie su 18 buche stableford, che partecipa al circuito con finale nazionale ed estera. Green fee e iscrizione gara prezzo agevolato.

Categorie: siti che curo

Il pro Carlo Basciu è tornato al Riviera: dal 7 al 23 agosto lezioni con il Trackman.

Sab, 06/08/2016 - 21:22

E’ tornato il PRO ad interim: si è insediato nel campo pratica Carlo Basciu (e il suo Trackman), che dal 7 al 23 agosto sostituirà il pro di casa Matteo Matteoni, impegnato presso il San Domenico Golf. Restano invariate le tariffe per le lezioni, che ricordiamo sono soci 45′ € 40, 1h € 50 per la lezione singola, non soci 45′ € 50, 1h € 60 lezione singola. Per le lezioni in due soci 1h € 60, non soci 1h € 70. Le lezioni verranno svolte con l’utilizzo del Trackman, Launch Monitor che analizza il volo della palla e le varie caratteristiche tecniche dello swing.

Carlo Basciu, classe 1967, è passato al professionismo nel 1991. Maestro titolare presso il Conero Golf Club dal 1993 al 1998, ha avuto eEsperienze di gioco sul challenge tour nel 1997 e 1998. Dal 1999 è stato maestro titolare presso l’Olgiata Golf Club e nello stesso anno è diventato Maestro Federale. Per la sua formazione ha frequentato workshop dal 2000 al 2003 presso le scuole di Hank Haney e David Leadbetter e ha partecipato alle più importanti conferenze mondiali sulla tecnica del golf. E’ Trackman instructor dal 2015.

Categorie: siti che curo

Valmirti vince la Martin Argenti e guadagna la finale nazionale ad Acaya. Alla coppia Bassi – Stefani la Goldenfour

Gio, 04/08/2016 - 09:03

Paolo Valmirti si aggiudica, per la Prima categoria, la Martin Argenti Golf Challenge by Acaya Golf resort, tappa giocatasi al Riviera Golf. Insieme a lui scenderanno nel conosciuto campo da golf pugliese per la finale nazionale il bolognese Alberto Cassano, miglior Lordo con 30 punti e gli altri primi di categoria della gara di domenica 31 luglio. Sempre per la Prima categoria, distanziato di un solo punto da Valmirti, è arrivato Mirko Orazi, del golf club Alpe della Luna.

La Seconda categoria è stata appannaggio del pesarese Leonardo Filippetti, che con 41 punti ha superato Roland Ender, che ha concluso la prova stableford a 39 punti. In terza un altro bolognese, Federico Sandrolini, che con 40 punti ha battuto di misura il ravennate Pierluigi Cattani. Sigla ancora il miglior risultato Lady la pesarese Nicoletta Ricci, mentre è un ospite straniero, Nell Steffen Holland, a vincere nella categoria Senior.

Mercoledì 27 luglio è stato il gioco di squadra protagonista, con la “4 palle la migliore” Goldenfour Jk organizzata dal team Cristian Events. Una formula divertente che prevede, per ogni coppia, ciascuno tirare la propria palla dal tee, per poi scegliere la migliore e giocarla fino alla buca, alternandosi al tiro. Venti le coppie in gara, vinta per la classifica Lordo da Bassi – Stefani con 33 punti, Nella Prima categoria Netto il duo Costi – Corsini ha vinto con 48 punti, superando Bernardi e Bonora, a 46. Migliori Senior Alberto Angelini e Salvatore Valente, mentre la migliore coppia mista è stata quella formata dai fanesi Rolande Endere e Jrma Kehrer.

Quarantuno i partecipanti per la Taylormade Open Race to Marrakech, una nove buche stableford che, nonostante la brevità del percorso, richiama molti giocatori, decisamente di buon livello. Così sui green sabato 30 Luglio il primo Lordo è stato Gabriele Falappa, cattolichino che ha consegnato lo score con 16 punti. In prima Categoria di nuovo un’affermazione per il giovane Valer Catalin Bria, di San Giovanni In Marignano, che con 21 punti ha superato di misura il riccionese Tristano Tamagnini. In Seconda categoria è il pesarese Simone Angelini Mattei, che con 22 punti ha relegato Gilberto Schilirò al secondo posto. In Terza categoria di nuovo un giocatore marchigiano ad affermarsi, Daniele Longhini, che per un punto, 21 a 20, ha superato Roberto Giovannini.

Categorie: siti che curo

Bmw International, volano alla finale italiana Orazi, Del Governatore e Nicoletta Michelini. Al riminese Valmirti la Jellow Jacket

Mar, 26/07/2016 - 12:21

S. Giovanni in Marignano – Una prova battuta dalla pioggia per tutta la mattinata la Bmw Golf Cup International 2016, organizzata dal concessionario Car Point, giocatasi domenica 24, che non per questo ha scoraggiato i 160 partecipanti: l’attesa tappa della casa automobilistica al Riviera Golf è infatti una delle gare più partecipate e competitive. E tale si è confermata, complice, oltre ai ricchi premi di giornata, l’accesso per i primi netti delle 3 categorie, due maschili e una femminile, alla finale nazionale BMW in Sardegna a “Is Molas”. Come miglior lordo maschile si è affermato Carlo Alberto Ravazzolo, di Bologna, mentre per la categoria femminile è la sammarinese Domenica Casali a superare tutte con 19 punti. In prima categoria il podio maschile ha visto nell’ordine Mirko Orazi, del golf club Alpe della Luna dominare la classifica con 45 punti, distanziando di tre lunghezze Roberto Bianchi, mentre terzo di è piazzato Francesco Arduini. La seconda categoria ha visto invece primeggiare il riminese Emidio Del Governatore, che ha conquistato il primato grazie alla migliore conduzione di gioco nelle seconde 9 buche al pari punteggio – 41 – Franco Eusebi. Al terzo posto, con 39 punti, un altro riminese, Edoardo Moroni.

Nella classifica femminile la gara si è risolta con un testa a testa tra le due Nicolette di punta del Riviera Golf: la riccionese Michelini ha vinto di misura – 37 punti – sulla pesarese Ricci, mentre la marignanese Consuelo Vagnini ha concluso terza a 35 punti. La palma del miglior Senior l’ha conquistata il cattolichino Gustavo Giulio, con 38 punti. Nella speciale classifica dedicata ai possessori di un’auto BMW al primo posto si è piazzato Luca Sandrolini, da Bologna, che ha battuto per un solo punto il perugino Gianluca Merloni.

Mercoledì 20 luglio, in una giornata soleggiata ideale per il golf, si è tenuta la Jellow Jacket, gara stableford del circuito Cristian Events su 18 buche. Miglior Lordo è risultato Aureliano Piccolo, del golf club Villa Paradiso, in prima categoria maschile il testa a testa si è risolto per un punto a favore del riminese Paolo Valmirti che con 37 punti ha regolato lo score di Giuseppe Natali. In seconda categoria, proveniente dal golf club Casalunga, Pietro Serreli ha distanziato Marco Sebastiani, con 44 punti contro 39. In terza categoria, pur con punteggio pari, 37 punti, è stato Franco Eusebi a strappare la prima piazza a Michele Montesi, grazie alle migliori seconde 9 buche. Tra le Lady ha vinto la sammarinese Domenica Casali, mentre miglior Senior è risultato Daniele Ragni, giocatore del golf club Conero.

Le prossime gare. Sabato 30 TaylorMade Open Race to Marrakech, gara singola, 9 buche stableford a 3 categorie. Primo lordo e i primi netti di categoria accedono alla semifinale nazionale. Domenica 31 Martin Argenti Golf Challenge, gara singola, 18 buche stableford 3 categorie. L’agosto di gare del Riviera si inaugura mercoledì 3 con la Cream Jacket del circuito Cristian Eventsg, gara singola, 18 buche stableford a 3 categorie. Circuito con finale nazionale ed estera. Green fee e iscrizione gara prezzo agevolato.

Categorie: siti che curo

Hole in one di Marzio Raspugli alla Unopiù Trophy, vinta da Pietanesi e Fabbri

Mar, 19/07/2016 - 11:58

S. Giovanni in M. – E’ il sogno di ogni golfista dilettante, colpire la pallina dal tee di partenza e vederla rotolare in buca: hole in one! Un sogno che Marzio Raspugli, atleta senior di Pesaro in forza al Riviera Golf, ha coronato domenica 17 luglio alla buca 3, durante la Unopiù Golf Trophy, unico tra i 127 partecipanti. Prima di Raspugli, andando indietro nella storia del circolo marignanese, lo scorso anno Federico Pelliccioni fece lo stesso ma alla buca 6, mentre nel 2014 sempre alla buca tre Franco Pacassoni fece il tiro magico. Per Raspugli, oltre alla soddisfazione del colpo in uno, anche la vittoria della sua categoria, Senior, con 38 punti.

A vincere la 18 buche stableford sponsorizzata dalla Unopiù, nota azienda di arredi per esterni, è stato nella classifica Lordo il modenese Tommaso Fabbri, mentre nella classifica netta di Prima categoria è salito sul podio più alto il riccionese Federico Pietanesi, con 37 punti, seguito di misura da Mirko Orazi, giocatore del golf club Alpe della Luna, mentre la terza piazza è andata a Vincenzo Mancuso, di Montellabate.

In Seconda categoria doppietta dell’Avio golf di Monetgiorgio (Ap), con Cristian Lattanzi che sigla lo score con 43 punti, staccando di 4 punti il collega di circolo Andrea Fughetta, mentre conclude terzo il pesarese in forza al Riviera Alessandro Dionigi, fermatosi a 39 punti. In Terza categoria il podio più alto va al bolognese Matteo Ganassi, con 38 punti, che supera per la migliore performance nelle ultime il pur bravo Giuseppe Barberio, che ha siglato lo score al medesimo punteggio. Terzo di nuovo n atleta del Avio golf, Gustavo Girolami. Tra le Ladies, si conferma atleta di valore la pesarese Nicoletta Ricci, che batte le colleghe con 36 punti. I primi di categoria ed il primo lordo accedono alla finale nazionale al Royal Park I Roveri.

E’ stata organizzata da Cristian Events la seconda gara a 18 buche della settimana sportiva del Riviera Golf, la Pink Jacket, vinta come miglior lordo da Cristino Giorgetti, atleta di Santarcangelo che ha messo in fila tutti gli altri partecipanti con 26 punti. In Prima categoria si è imposta Agnese Zenobi, del Mia golf club di Piane (An), con 32 punti, che grazie a una miglior performance nelle ultime buche ha messo in fila il pari punteggio il cattolichino Domenico Parma.

La seconda categoria è andata a un altro atleta del Mia, Gianluca Basili, 41 punti, anche lui vincitore grazie al miglior gioco rispetto alla seconda piazza Maurizio Grandicelli, di San Clermente, che ha siglato lo score con il medesimo punteggio. La Terza categoria vede vincere il pesarese Igor Ottaviani, con 42 punti, che ha battuto di misura il modenese Ernesto Artioli Gnoli. Miglior Lady la “solita” Orietta Barocci, che con 32 punti inanella un’altra vittoria, mentre con 37 punti si aggiudica la categoria Senior l’atleta di Fano Daniele Longhini.

Sabato 16 è andata in scena la Taylor Made Road to Marrakech, gara a sole 9 buche ma che richiama numerosi aficionados di valore. A vincere la Prima categoria classifica netto è stato il giocatore di San Giovanni Valer Catalin Bria, che in quest’anno di impegno ha scalato tutte le categorie, lasciando per un solo punto la seconda piazza al cattolichino Pierpaolo Saioni, fermatosi a 17 punti. La Seconda categoria è stata appannaggio di Stefano Greganti, di Senigallia, irraggiungibile a 21 punti da Giampiero Ticchi, che pure ha concluso il percorso nel suo par: 18 punti. In terza categoria un pari merito, 14 punti, che però ha arriso alla migliore prova del misanese Alessandro Muccini, davanti al bolognese Romano Bernardoni.

Prossime gare. Grande attesa per l’appuntamento con la Bmw Golf Cup International 2016 – Stile Spa Car Point, che si giocherà domenica 24 sulla distanza di 18 buche. La ocmpetizione segue il regolamento BMW ed è valevole per il campionato sociale stableford. Martedì 26 il circuito dedicato ai neofiti, il T42 EGA Pure Golf Attitude, 9 buche stableford 2 categorie EGA: 26,5 – 36 / 37 – 54.

Categorie: siti che curo

Il sammarinese Pelliccioni vince la Mercedes Benz Dreamcars, Giorgetti la Golf & Go

Mer, 13/07/2016 - 17:13

Golf e motori è l’accoppiata di maggior successo, al Riviera Golf, lo dimostra l’alta partecipazione alla gara intitolata alla Mercedes Benz Dreamcars, promossa dalla concessionaria Luxcar di Rimini e Pesaro: 135 i partecipanti alla prova stableford a 18 buche, a tre categorie, più la speciale dedicata ai possessori di auto della casa di Stoccarda, giocatasi domenica 10 luglio.

E’ un sammarinese, Federico Pelliccioni, a conquistare la classifica lorda, primeggiando sui 135 partecipanti con 35 punti. Nella classifica netta di Prima categoria si è imposto invece Sauro Reali, cesenate in forza al Riviera che ha concluso la prova a 43 punti. Il podio di categoria è stato completato da Andrea Ricci, di Pesaro, con 41 punti, mentre al terzo posto, con il medesimo punteggio ma con minori performance nelle ultime buche, è stato il fanese Cristian Currenti.

Il campione delle piste automobilistiche Gianni Morbidelli si rivela anche campione sui green: è sua infatti la prima piazza nella Seconda categoria. Il pilota pesarese infatti ha superato Giorgia Piccini, atleta di Mercatello sul Metauro, che ha ottenuto lo stesso punteggio, 42 punti, ma è stata meno performante nelle ultime buche, mentre terzo si è piazzato il cattolichino Marco Sebastiani, con 39 punti. In Terza categoria sono di nuovo due atleti marchigiani a contendersi la prima e la seconda piazza, Michele Colio, di Pesaro, strappa per un punto la prima piazza al conterraneo Marco Alberti, fermatosi a 40 punti, terzo il cattolichino Franco Ariani, a 38 punti. Tra le lady, di nuovo al primo posto Consuelo Vagnini, mentre è Giampiero Santucci a vincere tra i senior. Nella speciale classifica dedicata ai possessori Mercedes è il sammarinese Andrea Giacomini a salire sul gradino più alto del podio, battendo di misura il bolognese Alberto Cassano, fermatosi a 37 punti, terza piazza invece per Michele de Zio, da Porto Recanati, con 35 punti.

Sabato 9 luglio si è giocata invece la tappa del Riviera del circuito Golf & Go, formula organizzata dalla Dogleg srl sulla distanza di 18 buche stableford e valida per raggiungere la finale internazionale dell’Omega Dubai Desert Classic. In vetta alla classifica Lorda si è attestato l’atleta di Santarcangelo Cristino Giorgetti, con 29 punti, mentre il primo netto in Prima categoria è risultato Tristano Tamagnini: il riccionese ha firmato il suo score a 35 punti, battendo con una miglior performance nelle buche finali il pari punti Matteo Puglia, atleta del golf club San Valentino di Castellarano (RE).

In Seconda categoria Claudio Orciani, di Fano, ha superato di misura il riccionese Gilberto Schilirò, mentre in Terza categoria da Fano Franco Eusebi ha battuto con 39 punti il giocatore del golf club Castel San Pietro Terme Mauro Bellamio. Orietta Barocci si conferma lady di talento guadagnando la prima piazza di categoria, mentre va a un atleta di Salsomaggiore, Riccardo Virga, la prima piazza della categoria senior.

Prossime gare. Sabato 16 si scende in campo con la Taylormade Open race to Marrakech 9 buche stableford 3 categorie con il primo lordo e i primi netti di categoria che accedono alla semifinale nazionale. Domenica 17 la Unopiù Golf Trophy 2016, 18 buche stableford 3 categorie. Martedì 19 una 9 buche dedicata sopratutto ai neofiti, la T42 Ega Pure Golf Attitude 2016, mentre mercoledì 20 torna il circuito Yellow Jacket promosso da Cristian Events, gara a 18 buche stableford, circuito con finale nazionale ed estera. Green fee e iscrizione gara prezzo agevolato.

Categorie: siti che curo

Artur Kryhan si aggiudica il Trofeo La Sangiovesa: miglior risultato su 100 partecipanti

Gio, 16/06/2016 - 16:56

Una gara da ghiottoni al Riviera Golf con il Trofeo La sangiovesa, che ha visto primeggiare come miglior risultato lordo il giovane Artur Kryhan, fresco campione interregionale per l’Emilia Romagna e le Marche. Sabato 11 giugno sono stati 100 i golfisti ad afforntarsi nella competizione, che era valida anche come IV prova del challenge Piloti Golfisti. Per tutto il giorno, finita la competizione, gli atleti hanno dovuto anche eseritarsi con le forchette: lo staff de La Sangiovesa di Santarcangelo ha deliziato i partecipanti con i prodotti della Tenuta Saiano e con piada, porchetta, vino, frutta e dolcetti vari.

Artur Kryhan miglior lordo, quindi, mentre la classifica netta del Trofeo La Sangiovesa ha visto per la prima categoria primeggiare l’anconetano Roberto Agricola grazie ai suoi 39 punti guadagnati, uno in più del cervese Filiberto Carignani, mentre Paolo Valmirti ha concluso terzo con 36 punti. In seconda categoria il podio è formato dal sammarinese Valter Vendemini, 36 punti, seguito dal pesarese Stefano Marchionni Stefano con 37, e, infine, Emanuele Ubertini con 36. Tra le Ladies è arrivata prima Sandra Monti, del golf club Cervia, mentre è Pierpaolo saioni il migliore senior del Trofeo.

Come detto, il trofeo La Sangiovesa era valido anche come IV prova del Challenge Piloti Golfisti, che ha visto il podio di Prima categoria composto da Massimo Cambiaghi, cesenate, miglior risultato con 37 punti, seguito da Paolo Floriani Paolo Monticello e Salvatore Brai. In seconda categoria miglior pilota golfista è stato Piero Sodano, ocn 28 punti, seguito da Alberto Redaelkli e infine Franco Arbizzi. Nella competizione era Classificas speciale ancheper i i sostenitori dell’Associazione Piloti Golfisti, per l aquale in prima categoria il podio è risultato così composto: primo Pierluigi Tadini, che ha staccato Isa Ponis e Lionello Rosina. In Seconda categoria invece migliore in campo lo jesino Andrea Romei Andrea, seguito da Cristina Maggioli e Marisa Crocchianti

Tra i circuiti golfistici più seguiti al Riviera Golf troviamo quelli organizzati da Cristian Events: mercoledì 8 giugno è stata la volta della Cream Jacket, torno che prevede la finale l’8 settembre a Crema e che ha visto la partecipazione di 53 perone. Primo Lordo Emanuele Danzi, uno dei migliori golfisti del Riviera. Sempre per la Prima categoria il miglior netto è stato il cattolichino Roberto Lenti, che ha chiuso davanti al cervese Guido Bertoni in virtù delle migliori performance alle ultime buche. In Seconda categoria ha vinto Antonio Donadio davanti a Floriano Savini, in Terza categoria di è affermato Michele Trillini davanti a Daniele Longhini. Miglior Lady Nicoletta Ricci, mentre il miglio Senior è stato Marzio Raspugli.

Prossime gare. Sabato 18 si gioca la Audi Quattro Cup – Reggini Spa, 18 buche stableford a categoria unica con formula greemsome. Domenica 19 torna la Golf & Food Cup 2016, 18 buche stableford 3 categorie. Martedì 21 è la volta della T42 Ega Pure Golf Attitude, una 9 buche stableford a 2 categorie EGA: 26,5 – 36 / 37 – 54.

Categorie: siti che curo

Taylormade in rosa per Giorgia Piccini, la Podio Argenti parla giapponese con Matsunaga

Gio, 09/06/2016 - 11:51

Sabato 4 giugno è tornato il tradizionale appuntamento con la Taylormade Open Race To Marrakech, gara a nove buche molto apprezzata da ospiti e soci del Riviera Golf. Il miglior risultato lordo è stato appannaggio di una lady, la pesarese Giorgia Piccini, mentre la Prima categoria netta ha visto un atleta di Salsomaggiore, Giorgio Preda, vincere con 20 punti sul riccionese Tristano Tamagnini, fermatosi a 18. In Seconda categoria un altro pesarese, Alex Cantarini, ha primeggiato su Giampiero Santucci, mentre il morcianese Simone Ceccolini si è aggiudicato la Terza categoria con 24 punti, davanti alla romana Sandra Massaccesi.

La Podio Argenti Tour 2016 parla giapponese: Shigemitsu Matsunaga, il giocatore del Riviera che vive a Gradara, si è aggiudicato l’ultima edizione di questa gara ormai tradizionale sui green marignanesi, svoltasi domenica 5 giugno. Sempre per la Prima categoria, ma in classifica netta, il cattolichino Roberto Lenti ha concluso la prova vincendo con 38 punti, due più di Vincenzo Mancuso. In Seconda categoria torna ad affermarsi il riccionese Giorgio Attala, con 38 punti, distaccando di quattro l’atleta di Sant’Angelo in Lizzola Vincenzo Mariani. In Terza categoria vince di misura Emidio Del Governatore sul monzese Michele Colio. Annunziata Persini è la prima nella categoria Lady, mentre il miglior Senior viene da Battaglia Terme, Massimo Saccardi.

Le prossime gare. Con la bella stagione si infittisce il calendario gare del Riviera Golf: sabato si gioca invece il trofeo La Sangiovesa, 18 buche stableford a 2 categorie, valevole per il campionato sociale stableford. Domenica è la volta della Coppa del Presidente, una 18 buche speciale a 6 categorie: la Prima e la Seconda giocano Medal, stableford invece dalla Terza alla Quinta 5 categoria, per la sesta categoria è prevista un giro a 9 buche. Le partenze sono per categorie ed è valevole per il campionato sociale stableford. Mercoledì 15 si gioca la Black JK by Cristian Events, 18 buche stableford con finali nazionale ed estera e green fee a prezzo agevolato.

Categorie: siti che curo

Pagine