Target Sinergie, azienda di servizi alle imprese

Abbonamento a feed Target Sinergie, azienda di servizi alle imprese
Aggiornato: 2 giorni 7 ore fa

Facility management, on line il video illustrativo dei servizi Customer Relationship Management (Crm) e amministrativi

Lun, 14/07/2014 - 12:12


In un minuto i servizi Target Sinergie di Facility Management per le imprese: è on line il nuovo video che racconta il lavoro amministrativo e di Customer Relationship Management, narrato attraverso le parole e i volti di chi ogni giorno opera per i nostri clienti. Ideato e prodotto dall’ufficio Comunicazione – Enrico Rotelli ai contenuti, Mattia Metalli al montaggio e alla regia – il video è stato girato negli uffici Target Sinergie di Rimini, con la collaborazione del responsabile operativo Tommaso Pirozzi e dell’operatrice Elisa Baschetti, insieme ai colleghi che si sono messi a disposizione per spiegare il loro complesso lavoro di tutti i giorni attraverso le immagini.

Il tempo è tiranno, ma in un minuto se ne possono dire di cose. E Tommaso Pirozzi ha riassunto il ruolo che gioca Target Sinergie nel mercato dei servizi di Facility Management: “un punto di riferimento per le aziende che scelgono di esternalizzare la gestione delle pratiche amministrative e le relazioni con la propria clientela”. E nello stesso tempo le peculiarità dell’azienda: “una delle poche realtà in grado di gestire per conto terzi sia la le pratiche amministrative sia i rapporti con il pubblico. Una capacità che non si inventa, ma si costruisce con la formazione costante del personale, sotto il profilo amministrativo, informatico e relazionale, e la selezione dei profili più adatti alle singole mansioni”.

Il resto del video scopritelo cliccando “play”: buona visione.

Categorie: siti che curo

Lieve incremento di fatturato e aumento dell’occupazione: il 2013 all’insegna della stabilità per Target Sinergie. L’azienda fronteggia la difficile situazione del mercato con nuove commesse e consolidando la clientela.

Ven, 11/07/2014 - 12:48

 

«Abbiamo mantenuto, anzi lievemente incrementato il nostro livello di fatturato. E devo dire che di questi tempi di crisi è un risultato importante, per nulla scontato»: Davide Zamagni, presidente Target Sinergie, ha delineato l’andamento 2013 presentando il bilancio del gruppo riminese attivo nella logistica di stabilimento, nei servizi di Facility Management amministrativi e di Customer Relationship (CRM) e di pulizie in sette regioni italiane. Un bilancio che a fronte di un incremento del 2,76% del fatturato del 2012, attestatosi poco oltre i 20 milioni e 950 mila euro, ha segnato un passivo di 58 mila euro, ampiamente coperto dalle riserve accantonate.

L’andamento positivo è sottolineato dall’incremento di personale impegnato nelle tre cooperative che aderiscono alla società consortile Target Sinergie, che passano da 731 a 828 dipendenti. Già questo è un risultato importante per il fondatore del Gruppo Domenico Pirozzi. Facendo riferimento alle cooperative aderenti al consorzio, il cui scopo è creare occupazione appunto, Pirozzi ha detto «che se siamo qui, a festeggiare i 25 anni, vuol dire che c’è un lavoro e che siamo insieme per costruire qualcosa. Papa Francesco ha ricordato un detto africano recentemente: “per educare un figlio ci vuole un villaggio”. Significa che per crescere ci vogliono molte persone intorno, molte competenze. E noi le abbiamo. Abbiamo un sogno – ha detto Pirozzi facendo riferimento alla mission aziendale – che ci veleggia sopra e ci aiuta e ci sostiene nel crescere insieme».

La voce maggiore per fatturato resta la logistica di stabilimento, circa 15 milioni e mezzo di euro, con una variazione positiva del 3,35%. Un anno che ha visto il debutto di Target Sinergie nel settore farmaceutico con l’acquisizione della gestione logistica della piattaforma distributiva di Caserta della Comifar, azienda leader in Italia del settore facente parte del gruppo Phoenix. Nel settore della logistica agroalimentare spicca nel 2013 il rapporto stabilito con il Pastifico Cellino, in Sardegna, mentre si consolida la collaborazione con il gruppo Marr , con la gestione di nuovi servizi distributivi dell’azienda di catering riminese. Nel Beverage la novità è rappresentata dall’acquisizione del servizio di consegna bevande per l’azienda Turci di Cattolica, oltre al rafforzamento del rapporto con Partesa Emilia – Romagna.

Dal Facility Management, ovvero la gestione per aziende terze delle pratiche amministrative e delle Customer Relationship Management, sono arrivate le performance migliori, con una variazione del 23% in più rispetto al 2012 e un fatturato che sfiora i tre milioni di euro. Le novità del settore riguardano due nuovi rapporti di collaborazione, con il Comune di Bellaria Igea Marina e con la società di distribuzione energetica Sgr di Rimini. Per il primo si tratta dell’acquisizione della gestione delle pratiche relative alle contravvenzioni e del catasto patrimoniale, per Sgr la gestione amministrativa delle pratiche contrattualistiche.

Il settore dell’igiene delle pulizie sconta un mercato dalla fortissima concorrenza al ribasso che non sempre premia la qualità e la trasparenza. Pur in questo contesto, Target Sinergie si è distinta creando relazioni imprenditoriali nel 2013 con strutture prestigiose, come il Riviera Golf Resort di San Giovanni in Marignano, o grandi realtà come la A2A – Aprica spa, azienda multiservizi nell’igiene ambientale lombarda.

 

Categorie: siti che curo

Consegnato a Target Sinergie l’attestato di partecipazione al Sodalitas Social Award per la Responsabilità sociale d’impresa (Crs)

Ven, 04/07/2014 - 10:33

Patrizia Drudi, dell’associazione Figli del Mondo di Rimini, ha consegnato a Target Sinergie l’attestato di partecipazione al Premio Sodalitas Social Award – il più importante in Italia per la Responsabilità sociale d’impresa – al quale l’azienda riminese ha partecipato con il progetto «Le liason contagieux: formazione, comunicazione e buone pratiche catalizzano qualità del lavoro e inclusione sociale». «Le liaisons contagieux», progetto inserito nella categoria “Valorizzazione della persona e protezione del lavoro”.

«Les liaison contagieux», illustra come coordinando l’attività di formazione permanente, l’inclusione sociale, la comunicazione interna, la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e il coinvolgimento dei dipendenti in azioni di responsabilità sociale si può catalizzare qualità del lavoro ed avere impatti positivi nella sfera sociale. Nella foto, Patrizia Drudi con Enrico Rotelli, responsabile Comunicazione Target Sinergie, redattore insieme alla responsabile Formazione professionale Stefania Mosconi del progetto che ha coinvolto tutte le strutture del gruppo, a partire dalla Formativa, la cooperativa sociale del gruppo, In Opera Onlus, e i mezzi di comunicazione del gruppo, esistenti o realizzati ad-hoc.

In rilevo nel progetto diversi aspetti dell’impegno di Target Sinergie, a cominciare dal programma di formazione permanente del gruppo, che nel 2013 ha visto coinvolti 104 dipendenti in 26 attività formative per un numero complessivo di 332 ore di lezione dedicate a sicurezza, Team Building, comunicazione sociale d’impresa, informatica, coinvolgimento nelle attività sociali, comunicazione e problem solving, affiancamento nuovi capisquadra e lavoratori.

Una forte valorizzazione anche per il lavoro di inclusione sociale di cui è stata protagonista la cooperativa sociale In Opera, innovativo dal punto di vista dell’approccio, “esportando” presso altri soggetti individuati attraverso la Rete di relazioni create in questi anni con aziende del mercato privato e soggetti del Terzo settore. Si sono create quindi le condizioni per “fertilizzare” con valori e pratiche strutture nate con tutt’altre finalità e ridotte o assenti capacità di coinvolgimento lavorativo di personale svantaggiato.

Tra gli aspetti innovativi presentato il servizio web di distribuzione della documentazione paghe e cud, evoluto da cartaceo a digitalizzato, sgravando il lavoro degli uffici e coinvolgendo gli oltre 700 lavoratori. Questi, anche grazie a una postazione assistita in sede per i meno abili, accedono direttamente via web al servizio che raccoglie, veicola e archivia in profili strettamente personali, oltre ai documenti retributivi informazioni utili, avvisi e newsletter digitali. Infine, l’uso dei social media, che Target Sinergie sta utilizzando in modo estensivo non solo per veicolare la propria immagine aziendale ma per favorire i rapporti interpersonali.

Categorie: siti che curo

Maquillage alla home page di TargetSinergie.com, con il nuovo logo per i 25 anni di attività

Mar, 03/06/2014 - 12:43

Restyling migliorativo al sito Target Sinergie: da poche ore campeggia in home page, oltre al logo aziendale che sottolinea i 25 anni di attività, una nuova testata “slider” che introduce ai servizi erogati dall’azienda riminese nei campi della Logistica, Facility Management, Igiene e pulizie, Sanità. L’operazione è stata tecnicamente supportata da Extera, il provider che a suo tempo ha creato il sito, mentre le immagini e i nuovi contenuti navigabili sono stati inseriti dall’ufficio comunicazione Target Sinergie, al secolo Enrico Rotelli e Mattia Metalli.

«Sentivamo l’esigenza di offrire in maniera più efficace una panoramica dell’offerta aziendale in home page – dice Enrico Rotelli, che insieme all’ufficio Commerciale ha seguito il progetto di cambiamento – qualcosa che permettesse agli utenti di cogliere rapidamente la poliedrica offerta professionale dell’azienda. E, cosa non meno importante, che aiutasse il posizionamento sui motori di ricerca del sito, sul quale stiamo lavorando in modo selettivo con risultati interessanti. Il sito Target Sinergie è in fase di crescita, come visite (+ 118% nel 2013) e come visitatori (+69,58%), ma anche come contenuti, e un adeguamento funzionale e grafico era necessario per migliorare l’offerta informativa ai visitatori. Ora aspettiamo il giudizio e i suggerimenti dello staff e dei dipendenti dell’azienda, una “forca caudina” importantissima per il nostro operato. Ma siamo fiduciosi».

La nuova testata è un passo avanti nell’illustrare i campi operativi dell’azienda riminese, che ha superato i 25 anni di attività, e manda in pensione l’animazione flash che accoglieva fin dalla nascita del sito il visitatore, «diventata obsoleta man mano che la navigazione in ingresso di tablet e smarthphone ha acquistato consistenza – dice Enrico Rotelli -  Oggi si attesta intorno al 30% dei visitatori Target Sinergie». Lo “slider” introduce ora alle quattro sezioni principali dei servizi Target Sinergie per le imprese. La logistica, ovvero il settore che permette il maggior fatturato aziendale attraverso la gestione di magazzini in sei regioni italiane del centro nord; i servizi di Facility Management, focalizzati sulle funzioni amministrative e di Customer Relationship Management attive sia nel backoffice sia nel front office di aziende nel comparto distributivo di servizi energetici; l’igiene e pulizie per uffici, industriali, nel settore alberghiero e della trasformazione alimentare; infine al comparto della Sanità, ricolto a strutture sanitarie pubbliche e private.

Categorie: siti che curo

A Piazza Toscana i servizi logistici di Target Sinergie: presenti all’evento Cdo di Firenze del 28 maggio

Ven, 16/05/2014 - 12:54

I servizi logistici di Target Sinergie verranno presentati a Piazza Toscana, l’evento Compagnia delle Opere di Firenze che ospita gli incontri tra imprese. Giunto alla quarta edizione, Piazza Toscana si terrà il 28 maggio al Nelson Mandela Forum, in viale Paoli 3 e prevede la partecipazione di aziende dei settori Moda, Meccanica, Edilizia, Agroalimentare, Informatica, Arredamento, Turismo, Servizi, Commercio, Professionisti e, ovviamente, Trasporti e Logistica.

Proprio sui servizi offerti in questo settore si concentreranno gli incontri di Target Sinergie, con un ventaglio di proposte per la logistica di magazzino che abbracciano le imprese di produzione e di catering agroalimentare, il Beverage (per il quale vengono forniti servizi di distribuzione ultimo miglio), l’ittica, e infine la farmaceutica.

Categorie: siti che curo

Calcetto e Assemblee dei soci: è festa per le cooperative del consorzio Target Sinergie

Ven, 09/05/2014 - 12:54

Oltre al dovere, il piacere: la formula che coniuga il gusto di ritrovarsi tra soci e dipendenti e i doveri statutari delle cooperative aderenti al consorzio Target Sinergie si rinnova sabato 17 maggio. Questa volta l’appuntamento è al campo di Don Pippo, la struttura in via Santa Cristina 22, ai Casetti di Rimini. Il programma inizia alle 15: per chi ha fiato ed energie da spendere (e vuole divertirsi) c’è il torneo di calcetto. Alle 17,30 le assemblee dei soci, con le approvazioni del bilancio 2013 e la presentazione delle nuove attività e degli sviluppi commerciali del gruppo. Chiusura in bellezza con l’apericena a buffet. Sarebbe utilissime le conferme di partecipazione sia al torneo di calcetto sia all’apericena. Grazie

Su Google la mappa per raggiungere il campo di Don Pippo:

Visualizzazione ingrandita della mappa

Categorie: siti che curo

Le buste paga viaggiano sul web: Target Sinergie digitalizza l’accesso e la distribuzione per i dipendenti. Vezzali: «Scaricano il pdf e risparmiamo circa un quintale di carta»

Ven, 09/05/2014 - 10:19

La busta paga o il Cud direttamente sul pc del dipendente, in formato digitale e accessibile da ovunque, purché ci sia una connessione Internet: è il nuovo sistema via Web che In Opera Onlus e le cooperative aderenti al consorzio Target Sinergie hanno implementato da circa un anno, coinvolgendo tutti i lavoratori del gruppo. Un sistema che solleva la struttura dalla routine mensile dell’imbustamento e della distribuzione del materiale cartaceo e che ha i vantaggi di risparmiare carta e di annullare le distanze con i vari cantieri in cui i dipendenti della cooperati opera.

Dopo un breve periodo di sperimentazione e i necessari supporti per l’addestramento dei dipendenti nella fase iniziale , il sistema di diffusione paghe via Web è una realtà consolidata. «Abbiamo cominciato con una mail informativa che illustrava le procedure e una postazione pc al centralino dell’azienda – ricorda Simone Vezzali, presidente della cooperativa In Opera e curatore del progetto – I dipendenti meno “attrezzati” venivano in sede ed erano aiutati dagli addetti al centralino. Nel giro di pochissimo tempo il progetto è decollato e utilizzato: solo una decina di dipendenti, su oltre 750, vengono in sede. Ora siamo in grado di offrire il servizio anche per altre aziende».

Il funzionamento è semplice: ogni dipendente ha un proprio username, generato da un dato anagrafico univoco, e una password di sistema che poi lui stesso modifica. Con questi accede a un server web protetto dove mensilmente vengono pubblicati, nel proprio profilo, la busta paga e il Cud. «Inviamo ad ogni dipendente una mail per avvertirlo quando collegarsi e trovare la propria documentazione – spiega Simone Vezzali – che può scaricare in formato pdf da ovunque si trovi, in Italia come all’estero. Il server registra gli accessi di ogni collaboratore per ogni eventuale rendicontazione necessaria».

Il risparmio in termini di consumi e di procedure è notevole, per il dipendente e per l’azienda. Ogni 13 del mese i dipendenti si dovevano recare in sede a ritirare la busta paga o dovevano essere spedite ai cantieri fuori sede (ricordiamo che In Opera e il gruppo Target opera in sette regioni del centro e nord Italia). Oggi invece i dipendenti ritirano la loro documentazione dove preferiscono. «Registriamo accessi di dipendenti anche dai loro paesi d’origine, quando sono in ferie ad esempio: dal Senegal, dai paesi del Maghereb, dal Perù o dell’est Europa. Prima stampavamo tutto e imbustavamo, ora la stampa avviene solo se necessaria: un risparmio in termini cartacei di almeno 35 chilogrammi di fogli e oltre 50 kg per le buste all’anno».

«Il sistema non solo è comodo, ma è anche un nuovo canale informativo con i dipendenti – dice Enrico Rotelli, responsabile comunicazione del gruppo Target Sinergie – che utilizziamo per diffondere la newsletter aziendale, annunci, informazioni utili e per sensibilizzare il personale su iniziative benefiche. Un canale puntuale e duttile».

Articolo pubblicato su Csr news, periodi di informazione del Consorzio Sociale Romagnolo di Rimini

Categorie: siti che curo

Simone Vezzali, presidente di In Opera Onlus, entra nel nuovo cda del Consorzio Sociale Romagnolo, neo presidente Gilberto Vittori che succede a Giampiero Borghini

Lun, 28/04/2014 - 12:28

E’ Simone Vezzali il nuovo rappresentante della cooperativa sociale in Opera Onlus nel rinnovato cda del Consorzio Sociale Romagnolo (Csr), che riunisce 30 cooperative sociali di tipo B di Rimini. L’elezione è avvenuta il 23 aprile e ha coinciso con il cambio al vertice del Csr, con Gilberto Vittori, presidente della cooperativa Ecoservizi l’Olmo che subentra a Pietro Borghini (de La Formica), il quale ha condotto il consorzio per sei anni.

Simone Vezzali, 37 enne ingegnere informatico, oltre che presidente di In Opera onlus è direttore del Personale del gruppo Target Sinergie (di cui In Opera è parte integrante) e subentra nel cda del Csr a Davide Zamagni, presidente del gruppo. Con Vezzali siedono nel nuovo organismo direttivo del consorzio delle cooperative sociali riminesi oltre al citato neo presidente Gilberto Vittori, Carlo Urbinati della New Horizon (vice presidente), Gianni Angeli de Il Solco, Ermes Battistini de La Formica, Marco Berlini de Nel Blu, Monica Ciavatta della Cento Fiori, Remo Scano della CCILS.

L’elezione del nuovo cda, che passa da sei a otto membri, è avvenuta il 23 aprile, in occasione dell’assemblea dei soci. Nell’occasione Pietro Borghini si è congedato dalla presidenza che ha retto per sei anni, salutato da un applauso. L’assemblea ha approvato inoltre il bilancio consuntivo 2013 che ha segnato, per la prima volta nella storia del Csr il superamento della soglia dei 16 milioni di euro di fatturato, confermando la costante crescita degli anni precedenti: 15 milioni di 2011 e 2012, 14 milioni del 2010, 13 milioni nel 2009. «In tempi di crisi – spiega una nota del consorzio – un risultato per nulla scontato che lascia intravedere le grandi potenzialità della cooperazione sociale in termini di lavoro, senza dimenticare che la vocazione principale delle cooperative sociali di tipo B che costituiscono il consorzio è di favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate».

Categorie: siti che curo

Target sinergie a Incontrarsi per crescere Expandere Emilia Romagna CDO: a Bologna oltre 500 realtà imprenditoriali

Lun, 28/04/2014 - 09:00

Target Sinergie a “Incontrarsi per crescere – Expandere Emilia Romagna”, l’evento della Compagnia delle Opere a Bologna che permette ad oltre 500 imprese del territorio regionale di entrare in contatto ed aumentare e proprie conoscenze e cercare nuove opportunità. Target Sinergie sarà presente con un proprio desk, presentando i servizi erogati dalle imprese consorziate in sette regioni italiane: logistica di stabilimento e ultimo miglio, igiene  e pulizie, Facilities amministrative e Custormer satisfaction.

L’evento, previsto a Bologna martedì 13 maggio presso l’Unipol Arena, consiste nel favorire il contatto diretto e le relazioni tra imprenditori di diversi settori merceologici, tramite incontri B2B, al fine di facilitare la ricerca di clienti e fornitori, sviluppare nuove opportunità di business e individuare nuove strategie di sviluppo a sostegno delle PMI. Oltre a partecipare ai matching sarà possibile prendere parte al calendario di formazione ed informazione previsti in calendario, in tema di finanza, internazionalizzazione, reti d’impresa e social network.

A conclusione del pomeriggio, Expandere terminerà i suoi lavori con una Conversazione Imprenditoriale dal titolo “Costruire in un mondo che cambia”, un momento di sintesi di tutta la giornata che sarà aperto anche ai non partecipanti.

Categorie: siti che curo

Target Sinergie a Expandere Alta Lombardia per incontrare le PMI di Como, Sondrio, Lecco, Monza e Brianza

Lun, 07/04/2014 - 10:00

Trasferta nel lariano per Target Sinergie: l’azienda di Rimini parteciperà a Expandere Alta Lombardia, l’evento Compagnia delle Opere in programma mercoledì 21 maggio 201a nei padiglioni di Lariofiere a Erba (CO). Durante l’evento Cdo presenterà i servizi per il mercato lombardo, nel quale Target è attivo con numerose commesse di servizi logistici, Facilities amministrative, igiene e pulizie.

L’obiettivo di Expandere Alta Lombardia consiste nel favorire il contatto diretto e le relazioni tra oltre cinquecento imprenditori di diversi settori merceologici, tramite incontri B2B, al fine di facilitare la ricerca di clienti e fornitori, sviluppare nuove opportunità di business e individuare nuove strategie di sviluppo a sostegno delle PMI del territorio, che quest’anno coinvolgerà, oltre a Como, Sondrio e Lecco, anche Monza e Brianza.

Nella dinamica di prossimità territoriale si favoriranno opportunità di collaborazione tra le aziende, necessarie per superare le carenze delle piccole imprese ed aumentarne la competitività sul mercato, permettendone pertanto il consolidamento per alcuni e l’aprirsi ad un mercato interprovinciale per altri. Condividendo le esperienze si possono individuare soluzioni ai problemi e sviluppare alleanze che diano più forza alle piccole imprese. Maggiori informazioni sul sito Expandere Alta Lombardia.

Categorie: siti che curo

Target Sinergie incontra le imprese umbre e marchigiane all’Expandere Cdo di Urbisaglia

Gio, 03/04/2014 - 11:56

E’ l’evento che favorisce l’incontro di oltre 250 imprese e 600 operatori marchigiani e umbri che il 16 aprile si daranno appuntamento nell’Abbadia di Fiasca, ad Urbisaglia, per Expandere Marche. Nel matching per le imprese organizzato dalla Cdo Target Sinergie sarà presente con il proprio desk e lo staff commerciale per proporre i propri servizi in outsourcing di logistica, Facilities amministrative, di customer satisfaction, igiene e pulizie e conoscere le imprese dei settori ict, agroalimentare, edile/energia, meccanica, turismo, moda, sanità, formazione, non profit, logistica nazionali, marchigiani e umbri. L’evento si svolgerà il 16 aprile, durerà l’intera giornata e prevede 14 workshop, 22 focus, oltre ai 2000 incontri previsti tra gli operatori. Maggiori informazioni sul sito http://www.expanderemarcheumbria.it

Categorie: siti che curo

Sodalitas Social Award: Target Sinergie partecipa al premio con il progetto «Les liaisons contagieux: formazione, comunicazione e buone pratiche catalizzano qualità del lavoro e inclusione sociale».

Mar, 18/03/2014 - 13:00

E’ il più autorevole premio per la Sostenibilità d’Impresa in Italia: parliamo del Sodalitas Social Award, bandito dalla Fondazione Sodalitas di Milano, al quale Target Sinergie ha partecipato con il proprio progetto «Les liaisons contagieux: formazione, comunicazione e buone pratiche catalizzano qualità del lavoro e inclusione sociale». L’azienda riminese ha presentato le proprie “best practice” di Responsabilità Sociale d’Impresa, assistita nella stesura dalla preziosa collaborazione di Patrizia Drudi e Alessandra Cannini dell’associazione Figli del Mondo di Rimini. Associazione che promuove nel territorio «l’ integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate» (Commissione Europea).

«Le liaisons contagieux», questo il titolo dato al progetto, illustra come coordinando l’attività di formazione permanente, l’inclusione sociale, la comunicazione interna, la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e il coinvolgimento dei dipendenti in azioni di responsabilità sociale si può catalizzare qualità del lavoro ed avere impatti positivi nella sfera sociale. Una sinergia che coinvolge tutte le strutture del gruppo, a partire dalla Formativa, la cooperativa sociale del gruppo, In Opera Onlus, e i mezzi di comunicazione del gruppo, esistenti o realizzati ad-hoc.

In rilevo nel progetto diversi aspetti dell’impegno di Target Sinergie, a cominciare dal programma di formazione permanente del gruppo, che nel 2013 ha visto coinvolti 104 dipendenti in 26 attività formative per un numero complessivo di 332 ore di lezione dedicate a sicurezza, Team Building, comunicazione sociale d’impresa, informatica, coinvolgimento nelle attività sociali, comunicazione e problem solving, affiancamento nuovi capisquadra e lavoratori.

Una forte valorizzazione anche per il lavoro di inclusione sociale di cui è stata protagonista la cooperativa sociale In Opera, innovativo dal punto di vista dell’approccio. In una fase recessiva i progetti di inserimento hanno maggiori difficoltà a trasformarsi in posti di lavoro concreti. Dopo una proficua formazione teorica e sul campo, le persone che hanno gettato le condizioni per un’autonoma capacità lavorativa, rischiano di vedere sfumate le loro aspettative. In Opera ha quindi sfruttato la capacità di sostenere questo impegno “esportandolo” presso altri soggetti individuati attraverso la Rete di relazioni create in questi anni con aziende del mercato privato e soggetti del Terzo settore. Si sono create quindi le condizioni per “fertilizzare” con valori e pratiche strutture nate con tutt’altre finalità e ridotte o assenti capacità di coinvolgimento lavorativo di personale svantaggiato.

Tra gli aspetti innovativi presentato il servizio web di distribuzione della documentazione paghe e cud, evoluto da cartaceo a digitalizzato, sgravando il lavoro degli uffici e coinvolgendo gli oltre 700 lavoratori. Questi, anche grazie a una postazione assistita in sede per i meno abili, accedono direttamente via web al servizio che raccoglie, veicola e archivia in profili strettamente personali, oltre ai documenti retributivi informazioni utili, avvisi e newsletter digitali.

Social media: dall’ostracismo al coinvolgimento aziendale. Questa frase riassume l’approccio Target Sinergie ai social media, che li sta utilizzando in modo estensivo non solo per veicolare la propria immagine aziendale ma per favorire i rapporti interpersonali. E’ stato creato un gruppo aperto aziendale su Facebook, dove dipendenti ed ex dipendenti condividono sopratutto interessi privati, sociali, informazioni, articoli, foto, influendo direttamente sul clima aziendale e la promozione di interessi nel volontariato e la solidarietà. E’seguito lo sviluppo di una pagina aziendale su LinkedIn, che ha aggregato i dipendenti già presenti sul social network professionale. L’utilizzo è stato incoraggiato dallo stesso presidente della Target Sinergie, diffondendo un agile vademecum in 25 punti per una proficua compilazione del proprio profilo personale, con suggerimenti per le foto, le informazioni curriculari e la “netiquette” da tenere nelle relazioni professionali.

Categorie: siti che curo

Un video Csr sui servizi alle imprese e la legge regionale 17 per l’inserimento di persone svantaggiate: Davide Zamagni tra i testimonial

Mar, 04/03/2014 - 13:10

L’utilità per le imprese della legge regionale 17 sull’inserimento di persone svantaggiate: un video del Consorzio Sociale Romagnolo (Csr) spiega le opportunità, le forme di collaborazione avviate e e lo stato dell’arte dell’applicazione della normativa a Rimini, forse la punta più avanzata in questa materia in Emilia Romagna. Davide Zamagni, presidente Target Sinergie, è stato coinvolto nella narrazione video, insieme ad altri esponenti del Consorzio Sociale Romagnolo ed imprenditori che hanno sperimentato con successo gli strumenti messi in campo dal Csr e dalla Provincia di Rimini per servizi che coinvolgono persone svantaggiate. Il video, 16 minuti di lunghezza totali, è pubblicato sia sul sito sia sul canale Youtube del Consorzio Sociale Romagnolo.

Categorie: siti che curo

Target sinergie affianca Drive Eat: tante proposte di ristorazione veloce in una sola innovativa idea. L’azienda riminese aiuta il progetto con il settore Igiene e pulizie

Lun, 23/12/2013 - 10:39

La ristorazione veloce vive in una nuova, innovativa dimensione: Drive Eat. E Target Sinergie accompagna con i servizi della divisione Igiene e Pulizie la neonata “food court” di nuova concezione, ovvero tante proposte del gusto in una sola struttura. E’ Drive Eat, appunto, il locale inaugurato a San Giovanni in Marignano in una posizione strategica, appena fuori Cattolica, proprio di fronte al casello dell’autostrada A14 e con un ampio parcheggio. Drive Eat è il luogo dove le culture dello street food hanno trovato una sintesi e ognuno può trovare la risposta al proprio appetito. Dalla piada fatta a mano di Zaira la Piadinara, dal Sushi Sunbar – fusion style all’inedito burgher kebab restaurant di Pellekappona, insieme a Maranello il Ristorantino Pasta & Pizza, inaugurato da poco. E, naturalmente, il bar caffetteria Pascucci. Insomma, tanti ristoranti affacciati su una sola sala, che diventa quindi una piazza del gusto. «Si tratta di un’offerta che copre tutti i target della ristorazione veloce, dai giovani alle famiglie, che si basa su una serie di servizi, parcheggio, wi – fi, si mangia in fretta ma con ottima qualità e a un prezzo giusto – spiega Matteo Bordoni, ideatore della formula ristorativa insieme a Claudio Villa, in un’intervista rilasciata ai giornali.

«Target Sinergie affianca la nuova proposta con i suoi collaudati servizi di igiene rivolti alle zone comuni del locale. – spiega Gianluca Fabbri commerciale di Target Sinergie per il settore Igiene – La struttura, infatti, prevede 6 differenti proposte ristorative che si affacciano su una unica piazza comune, dove poter consumare i piatti ordinati. Compito del personale Target Sinergie è di mantenere in modo ineccepibile l’ampia sala, riassettare i tavoli durante i momenti di punta del servizio di ristorazione e una costante attività di sanificazione per quanto riguarda i servizi igienici».

Categorie: siti che curo

Natale in Target Sinergie è un messaggio solidale per i giovani: sostegno alle opere Avsi in Brasile e a Open Centro Giovani di Rimini

Gio, 19/12/2013 - 12:27

Per Natale, Target Sinergie devolve il budget dei regali natalizi alla solidarietà. La scelta è orientata all’aiuto alle giovani generazioni, un messaggio positivo per il futuro che si concretizza nella nostra terra e all’altro capo del mondo. Stiamo parlando del sostegno all’Avsi per le Opere educative Don Giussani a Belo Horizonte in Brasile e a Open Centro Giovani a Rimini.

Abbiamo già aiutato Belo Horizonte in passato: 8 strutture – quattro “creches” (asili per la prima infanzia), un centro socioculturale, una casa di accoglienza per bambini abbandonati e due centri sportivi – che aiutano oltre mille ragazzi a sfuggire alla violenza e all’abbandono. Una scommessa che Avsi porta avanti in una delle città più popolose del Brasile, dove la povertà colpisce pesantemente. Soprattutto i più piccoli. Per saperne di più, visitate www.avsi.org: scoprirete ciò che fa a Belo Horizonte ma anche in tante altre parti del mondo.

L’altra realtà che sosterremo per questo Santo Natale è Open centro Giovani, un punto di riferimento importante per i suoi percorsi educativi tra le nuove generazioni, sito in via Colonna 20, a Rimini. Qui i ragazzi diventano protagonisti della creazione del loro futuro, prevenendo forme di devianza o la dispersione scolastica attraverso le iniziative che la cooperativa sociale organizza per l’aiuto allo studio, la ricreazione e lo sport. Per conoscere meglio Open Centro Giovani e sostenerlo potete visitare www.centroopen.it .

Tanti Auguri di Buon Natale da Target Sinergie.

Categorie: siti che curo

Target Sinergie e Comifar “debuttano” nella logistica farmaceutica outsourcing: all’azienda riminese la movimentazione delle merci del polo distributivo in Campania

Lun, 30/09/2013 - 12:28

La logistica Target Sinergie “entra” nella distribuzione farmaceutica nazionale affiancando l’azienda leader italiana, Comifar, in un suo primo esperimento di terzializzazione che interessa l’unità distributiva della Campania, a Carinaro di Caserta. E’ un “appuntamento” importante questo per l’azienda riminese di servizi logistici in outsourcing, certamente perché Comifar è il maggior distributore di farmaci italiano, che copre attraverso le proprie unità distributive tutta la penisola e le isole, servendo 12 mila delle oltre 18 mila farmacie italiane. Ma anche perché per il grande gruppo è la prima esperienza di esternalizzazione dei servizi logistici. «Diciamo che accompagnare nella nuova modalità di gestione del servizio nell’area campana una realtà così importante della distribuzione farmaceutica è per noi un motivo di orgoglio – dice Davide Zamagni, direttore commerciale del gruppo logistico riminese – Ma è nello stesso tempo uno sprone non indifferente per chi, come noi, da oltre 25 anni vede nella terzializzazione della logistica un valore e un fattore evolutivo per il tessuto delle imprese in Italia».

La struttura di Carinaro è recente e molto moderna, sviluppata su un’estensione di 14800 metri quadrati e automatizzata per il 67%, come è la stessa Comifar a spiegare sul suo sito. Il magazzino gestisce 26500 referenze (questo il termine tecnico per i prodotti in vendita in farmacia) che distribuisce a oltre 500 farmacie clienti nelle province campane di Avellino, Benevento, Salerno, Caserta e Napoli. Una parte del magazzino è totalmente automatizzata, ed una parte a gestione manuale. Target gestisce tutte le fasi operative, dal ricevimento delle merci alla preparazione degli ordini, alla spedizione, attraverso un orario continuato basato su turni di lavoro. Il personale, 33 persone, è stato assorbito dalla Comifar e lavora sotto il coordinamento dei responsabili Daniele Rossi e Lorenzo Lancerotto. «L’obbiettivo – dice Davide Zamagni – è ovviamente la crescita della struttura. Ma ci sono alcuni aspetti di sfida anche per noi. Dopo aver svolto per 10 anni la logistica sanitaria nella struttura ospedaliera di Busto Arsizio, Saronno, Tradate, stiamo ampliando il nostro know- how nella gestione di flussi di merci nel mondo del farmaco, un settore delicato ma nel quale crediamo di essere abbastanza maturi per esprimerci in modo significativo».

Categorie: siti che curo

L’esperienza Target Sinergie come case history al Meeting 2013: l’intervento di Domenico Pirozzi al convegno Cdo Logistica

Ven, 23/08/2013 - 13:04

«Responsabilità solidale e Lavoro: Uomini all’opera»: con questo titolo la Cdo Logistca ha realizzato un incontro nella cornice degli eventi del Meeting per l’amicizia fra i popoli di Rimini. Martedì 20 agosto, il dialogo sulla logistica è stato tra Michele Tiraboschi. professore ordinario di Diritto del lavoro presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, già estensore della legge Biagi, Tiziano Barone, presidente del Consorzio Formazione Logistica Intermodale (Cfli) , Domenico Pirozzi, fondatore del consorzio Target Sinergie e Renzo Sartori, presidente della CDO Logistica . Il compito di introdurre l’evoluzione e il punto della situazione per le imprese di servizi logistici è stato delegato a Domenico Pirozzi, che ha utilizzato la case history Target Sinergie per raccontare il cammino della logistica negli ultimi 25 anni, ma anche per lanciare qualche piccola provocazione. Ecco il testo integrale dell’intervento di Domenico Pirozzi:

Target nasce nel 1988 con un duplice scopo: offrire servizi con una particolare attenzione al cliente – Non a caso il nostro primo “slogan” fu «Il piacere di dirvi ci pensiamo noi» – e creare opportunità di lavoro, sopratutto per i giovani. Centro propulsivo dell’attività all’inizio ed ancora oggi sono gli uomini e le donne che qui lavorano.

Il rapporto con i clienti non è definito solo dai servizi da vendere ma rapporti da coltivare e bisogni da interpretare, fino a delle vere e proprie partnership.

Lo spirito di squadra o di team, come si dice oggi, ci ha caratterizzato sin dall’inizio, quando in sede ci dicevamo a voce alta le cose da fare da un ufficio all’altro. Oggi siamo una struttura più complessa ma il tentativo è lo stesso, con in più un lavoro di formazione e di dialogo molto articolato.

I primi dieci anni di attività di Target sono stati relativamente “semplici”: la cooperativa si era mossa a 360 gradi, occupandosi di un po’ di tutto e i clienti non mancavano. Facchinaggi, parcheggi, pulizie, hostess per fiere, volantinaggi, distribuzione di materiale pubblicitario, vendita di giornali in spiaggia: erano le prime tipologie di un lavoro che veniva fornito con l’esternalizzazione di servizi che altre aziende non potevano o non volevano più fare. È stato un confronto ante litteram con la flessibilità, una parola che ha fortemente caratterizzato, soprattutto negli ultimi anni, il mondo del lavoro.

Ben presto, la grande disponibilità della cooperativa non era però più sufficiente a garantirsi un posto importante nel mondo del lavoro; i clienti di Target, infatti, avevano iniziato a chiedere qualcosa di nuovo: maggior professionalità. E la cooperativa ha risposto.

Il lavoro ‘ad ore’ è stata la prima carta vincente di Target ma era anche un punto su cui riflettere per cambiare, perché non era decisiva la qualità, ma il prezzo. E’ stato allora che abbiamo iniziato a definire tariffe forfettarie al chilo, a pallet, a collo. Abbiamo cioè iniziato a diventare un’azienda. E’ il passaggio dal facchinaggio ad un regime imprenditoriale, nel quale il costo del lavoro è un nostro problema imprenditoriale.

A questo ha fatto seguito un altro cambiamento importante: abbiamo iniziato a gestire interi servizi. Caricare e scaricare merci, all’epoca, ci aveva permesso di entrare in rapporto con molti clienti che, nella gestione della quotidianità del proprio lavoro, si erano accorti presto di aver bisogno anche di altri servizi, come la gestione degli ordini, l’imballaggio e l’etichettatura delle merci. Così, in breve tempo, erano andate definendosi alcune specifiche professionalità e Target ha potuto iniziare a gestire veri e propri servizi. Con sempre maggior professionalità ci stavamo specializzando nel trovare soluzioni efficaci che permettevano alle aziende di risparmiare tempo e denaro.

Sicuramente è stato determinante il rapporto con l’amico Adriano Colombo, che ci ha lasciato l’anno scorso, pioniere della logistica terzializzata e fondatore di SO.GE.MA., società leader in Italia nella logistica. Questa persona è stata un vero maestro per me per la Target.

Oggi, chi deve “terziarizzare” un settore della propria impresa, deve poter scegliere realtà serie ed affidabili, che garantiscano il rispetto dei tempi e la qualità del personale impiegato, che viene formato continuamente. Oggi noi abbiamo una persona che fa selezione ed una persona che si occupa stabilmente di fare formazione professionale. Nei cantieri logistici (“cantiere” è il luogo, ovvero l’azienda cliente, dove il personale Target svolge l’attività) il turn over di personale è così basso che possiamo parlare di “fidelizzazione delle persone”. Proprio loro, rinnovando la fiducia nei confronti della cooperativa, decidono di rimanere a lavorare in Target, contribuendo a creare un clima da molti ritenuto sereno e familiare.

Noi stessi, facendo la scelta di fare impresa seriamente, in modo professionale, abbiamo scelto di essere coerenti e quindi non combattiamo con altre realtà cooperative che non giocano al nostro stesso gioco imprenditoriale. Crediamo che siano scelte che ala fine hanno pagato, se è vero che nel 2012 il nostro fatturato è cresciuto del 20%.

Il 1999 segna la nascita di una realtà molto importante per Target: si costituisce, infatti, la cooperativa sociale In Opera, con l’obiettivo di favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Alla base di questa nuova intrapresa, c’erano e ci sono ancora, due forti ragioni: cercare di rispondere al bisogno di lavoro di persone che hanno difficoltà nell’inserimento lavorativo, mentre la seconda ragione nasceva dalla constatazione che, nell’ambito di Target, si incontravano spesso persone che soffrivano di vari disagi: sociali, psichici, tossicodipendenza, e non era raro che qualcuno provenisse anche dal carcere. Da qui l’intuizione alla base di In Opera: sostenere le persone con problemi che spesso impediscono loro di poter avere una vita dignitosa, non solo attraverso un lavoro reale, serio e qualitativo, ma anche creando le condizioni affinché queste persone potessero essere accompagnate nel loro percorso umano e sociale. Anche per In Opera abbiamo fatto una scelta di imprenditorialità, sociale certo, ma imprenditoriale, sia nella gestione sia nell’offerta di servizi di qualità, come ad esempio la gestione dei Centri di prenotazione telefonica (Cuptel) per le Ausl di Ravenna e di Rimini o la gestione della segreteria e l’accoglienza all’interno delle strutture sanitarie (intra moenia), come nel caso dell’I.S.R.T (Istituto Scientifico Romagnolo per lo studio e la cura dei Tumori) di Meldola.

Tra il 2001 e il 2005 abbiamo avuto anche noi la nostra crisi, troppi investimenti, ritardati pagamenti. Ci eravamo strutturati molto negli anni ’90, eravamo cresciuti, avevamo fatto passo avanti in termini di fatturato e di diffusione territoriale. Dal 2000 operavamo in varie regioni italiane, grazie anche alla collaborazione con il gruppo Marr, leader nel settore catering. Cercavamo clienti sempre più importanti, ma i margini di guadagno hanno iniziato ad assottigliarsi. Così dal 2000 al 2003 abbiamo dovuto ridimensionarci. Ma se è vero che ogni crisi porta in sé i semi per lo sviluppo di nuove opportunità, proprio in quel periodo è stata messa in moto una decisa fase di riorganizzazione dell’azienda, fatta di scelte razionali e programmazione.

In questo senso anche la scelta di partecipare alla costituzione di un consorzio con aziende analoghe a noi (Sincro), con cui creare una rete che permetta lo sviluppo di relazioni, quindi accrescimento delle possibilità commerciali, ma anche una razionalizzazione degli strumenti necessari per poter gestire al meglio la propria singola impresa: vedi governance, amministrazione, buste paghe ecc.

Fatte queste scelte, nel 2004 abbiamo ricominciato a crescere, recuperando il terreno perduto. Fino ad arrivare alla crisi attuale, con la quale ci siamo trovati di fronte non ad una flessione del fatturato ma ad una riduzione dei margini. Questo ci ha costretto ad una nuova riorganizzazione aziendale, con fasi di spostamenti e la riconversione di alcune figure. Ma, in tutti questi frangenti e vicissitudini, ci tengo a sottolinearlo, abbiamo sempre pagato regolarmente gli stipendi al 13 di ogni mese.

Ed ora, due domande, due piccole provocazioni per il dibattito per il professor Tiraboschi

Ci può spiegare la ragionevolezza dell’Irap per delle aziende di servizio come la nostra?

Nella legislazione degli appalti l’azienda che subentra dovrebbe assumere il personale dell’azienda che ha perduto l’appalto. Spesso accade però che chi vince l’appalto è di città molto distanti ed il personale non viene assorbito, perché il luogo di lavoro è distante. Dando vita così a licenziamenti collettivi.

Categorie: siti che curo

Riviera Golf Resort sceglie Target Sinergie per housekeeping e governariato. I servizi di pulizia alberghiera offerti.

Gio, 01/08/2013 - 10:50

Riviera Golf Resort e Target Sinergie: attivata la nuova partnership per i servizi di pulizie alberghiere, housekeeping e governariato nel prestigioso impianto di sport e benessere a San Giovanni in Marignano. Un sodalizio professionale avviato a giugno e che vede Target Sinergie mettere in campo la gamma professionale e il personale più qualificati del proprio settore Pulizie alberghiere, all’altezza della qualità offerta dalla bellissima struttura ricettiva. Il Riviera Golf Resort, infatti, oltre ad offrire agli appassionati del gioco un campo da 18 buche di alto livello, un campo pratica ed uno executive, e agli amanti del tennis due nuovissimi campi in terra rossa, affianca alla natura e al verde della struttura un hotel con lussuose suite, un centro benessere, una guest house con servizio di ristorante.

«Con il Riviera Golf Resort è partita una vera e propria partnership che ci vede impegnati non solo nei nostri tradizionali e collaudati servizi di Housekeeping, cioè di cura, riassetto, pulizia e preparazione delle suite per gli ospiti. – spiega Gianluca Fabbri, che per Target Sinergie ha ideato e seguito il progetto – Attraverso il servizio di Governariato, infatti, sovrintendiamo tutta la parte di coordinamento e controllo del settore, sollevando il cliente dall’impegno della supervisione e garantendogli nello stesso tempo stanze sempre pronte ad accogliere gli ospiti, perfette in termini di qualità, pulizia e comfort. Oltre a fornirgli consulenza per quanto riguarda l’organizzazione del lavoro e per la razionalizzazione dell’offerta alberghiera».

La partnership Target Sinergie – Riviera Golf Resort va oltre Governariato e Housekeeping del settore ricettivo. Il servizio di pulizia infatti coinvolge tutte le aree comuni del golf club e della Spa annessa alla struttura di San Giovani in Marignano. «Il rapporto con una delle eccellenze del territorio riminese come servizi per il tempo libero, quale è il Riviera Golf Resort, rappresenta per Target Sinergie un traguardo professionale e nello stesso tempo una sfida, visto il contesto ambientale in cui siamo chiamati ad operare. – dice Gianluca Fabbri – Per superarla abbiamo aggiunto alle nostre prassi professionali (servizi di Qualità e Gestione Ambientale certificati ISO 9001 – 14001, report su lavoro e costi “day by day”) nuovi sistemi per ridurre al minimo indispensabile i consumi di prodotti chimici e preservare anche attraverso l’igiene il fascino della natura che circonda il resort».

Categorie: siti che curo

Crescono fatturato (+ 4,5 milioni) e posti di lavoro (+180) per Target Sinergie ma «sostanziale tenuta» del bilancio con lieve passivo. Costi del credito e margini ridotti punti critici su cui lavorare

Mer, 12/06/2013 - 10:33

Bene il fatturato Target Sinergie nel 2012 che cresce di oltre 4 milioni di euro (+26% rispetto al 2011), trascinando con se anche la crescita dei dipendenti del gruppo: circa 180 in più. Sono così due i segnali positivi – in controtendenza generale – che il gruppo riminese registra nel bilancio dello scorso anno. Meno positivo il risultato finale, un disavanzo di circa 200 mila euro su un bilancio totale di 20 milioni 500 mila euro, disavanzo ampiamente coperto dagli accantonamenti 2011. «Una sostanziale tenuta che non spegne il nostro ottimismo, anzi lo rafforza per come il gruppo Target Sinergie e le cooperative aderenti (Log – It, Target Service e In Opera Onlus) stanno affrontando questo delicato momento nazionale», dice Davide Zamagni, presidente del consorzio riminese.

«Mentre molti settori soffrono pesantemente la crisi, qualche cliente ci è sfuggito, ma sono di più quelli acquisiti. – continua Davide Zamagni – Ed anche i segnali per il 2013 sono positivi, con rapporti consolidati che diventano un incremento di commesse e nuovi clienti che fanno allargare il nostro bacino territoriale. Siamo presenti in Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Lombardia, Toscana, Sardegna e, da quest’anno, Campania». La logistica si conferma il settore con il maggior fatturato: 15 milioni, +3 milioni 200mila rispetto al 2011. Tra i risultati raggiunti nel 2012 l’aggiudicazione in Sardegna di un appalto presso il Pastificio Cellino e l’avviato rapporto con Esselunga, oltre all’ampliamento di servizi erogati a clienti consolidati nella Grande Distribuzione Organizzata. Incrementi di fatturato anche per il settore delle pulizie (uffici, stabilimenti industriali e aziende alimentari) e nei servizi alle imprese pubbliche e private: backoffice, order entry, Customer relationship satisfaction (Crm), In quest’ultimo settore si è aggiunta la  Società del Gas Rimini (Sgr).

Accanto ai numeri in euro, Simone Vezzali, direttore del personale, spiega che il gruppo «ha raggiunto i 731 dipendenti, di cui 534 inquadrati con il contratto a tempo indeterminato, mentre il restante sono legati agli impegni stagionali o in corso di stabilizzazione. Da registrare che oltre il 50% dei nuovi assunti della consorziata cooperativa sociale In Opera, sono persone provenienti da categorie svantaggiate». E sempre per la cooperativa sociale In Opera, di cui Vezzali è presidente, è da registrare nel 2012 la menzione speciale al Premio Marco Biagi – Il Resto del Carlino per la Solidarietà Sociale.

Dal bilancio 2012 si leggono in filigrana le positività ma anche i problemi che affrontano le imprese italiane in questo delicato periodo: i temi del lavoro, i margini, la tassazione e l’accesso al credito. «Abbiamo aumentato il fatturato di oltre 4 milioni, ma abbiamo aumentato i costi del personale di altrettanto – dice Domenico Pirozzi, fondatore del gruppo e presidente della consorziata Target Service – L’incremento del costo del lavoro per noi è un valore, perché significa che possiamo permetterci di pagare oltre 4 milioni in stipendi in più. La crisi ci fa soffrire nei minori margini, certo, ma abbiamo investito in migliore qualità. Altra voce segnata dai tempi è la voce imposte: quasi tutte le cooperative del gruppo hanno il bilancio prima del pagamento delle imposte in attivo, dopo le imposte in passivo: l’eccessiva pressione fiscale è un problema. Un’altra nota di sofferenza sono i costi finanziari e gli anticipi delle banche sulle fatture emesse, necessari per pagare regolarmente gli stipendi, che si fanno sentire in negativo sul risultato finale del bilancio».

Categorie: siti che curo

Scegli di sostenerci, firma il 5 per mille ai progetti di In Opera onlus per il lavoro a disabili e persone svantaggiate

Lun, 15/04/2013 - 11:36

Scegli di scegliere dove lo Stato deve spendere una parte delle tue tasse, magari in una buona opera: firma il 5 per mille per In Opera e per i suoi progetti di inserimento sociale per lavoratori disabili o reduci da esperienze di carcere o tossicodipendenza.

Eggià, con la primavera tornano le pratiche per la dichiarazione dei redditi, un impegno scomodo ma che può riservare anche dettagli appaganti, come la firma del 5 per mille. Con questa semplice gesto lo Stato ti delega la facoltà di scegliere come utilizzare una parte delle tue imposte, il 5 per mille, appunto, devolvendolo a delle realtà no profit, attive nel campo del volontariato e del lavoro. In Opera, cooperativa sociale onlus di Rimini, è una di queste realtà, ed opera attraverso il lavoro.

Nata nel 1999 con lo specifico scopo di favorire l’integrazione sociale e lavorativa di persone in situazione di svantaggio, l’impegno della cooperativa si rivolge a persone diversamente abili, impegnate in percorsi di recupero dalla tossicodipendenza, con esperienze di carcere, in trattamento psichiatrico. Il lavoro rappresenta per la cooperativa la principale leva attraverso la quale favorire l’integrazione sociale delle persone, attraverso servizi di logistica, pulizie, call center e “order entry”.

Intorno alle persone sono creati progetti di inserimento lavorativo che prevedono formazione professionale, sostegno e aiuto. Progetti che si allargano coinvolgendo associazioni di volontariato, aziende profit, cooperative sociali, fino agli enti locali e alle istituzioni nazionali, compresa la Presidenza del Consiglio dei ministri. Per il suo impegno nell’inserimento lavorativo In Opera ha ottenuto la menzione speciale per il premio Marco Biagi – Il resto del carlino 2012.

Ci sono quindi delle buone ragioni per sostenere l’impegno quotidiano di In Opera con un semplice gesto. Firma la denuncia dei redditi nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale…” e riporta il Codice Fiscale:

c. f. 02626470401

Anche chi non presenta la dichiarazione dei redditi, può destinare il 5X1000. Basta  consegnare la scheda contenuta nel CUD, firmata anche nel riquadro posto in fondo alla pagina, in busta chiusa, con su scritto “scelta per la destinazione del 5X1000 dell’IRPEF”, il proprio codice fiscale, cognome e nome, presso:

  • Poste Italiane;
  • In Opera (via Pomposa 39/d, Rimini), la cooperativa provvederà a trasmettere le buste all’amministrazione finanziaria.
Categorie: siti che curo

Pagine