Festa della Liberazione a Rimini, Igor Protti e Matteo Brighi insieme ai partigiani Anpi: “Diamo un calcio al fascismo"

Dall'Antimafia, vista come una nuova Resistenza, alla Festa della Liberazione: attualità, memoria, storia e sport saranno i temi lungo i quali si snoderanno le celebrazioni del 25 aprile programmate dall'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (Anpi) sezione di Rimini. Con due testimonial di eccezione, quest'anno: l'ex capocannoniere di ogni campionato professionistico italiano, Igor Protti e il centrocampista della Roma Matteo Brighi, due campioni riminesi che hanno deciso di vestire la maglia dell'antifascismo insieme al partigiano dell'VIII brigata Garibaldi Giuseppe "Pepo" Brolli. "Diamo un calcio al fascismo" è il messaggio che quest'anno coniugherà i valori della Resistenza e quelli dello sport, il leit motiv che unirà generazioni e valori sportivi e sociali nel fitto calendario dell'Anpi, in parte già avviato e che non si esaurirà nel giorno della Liberazione.

Le prossime tappe delle manifestazioni celebrative sono l'inaugurazione della mostra "Memoria", del pittore Cesare Filippi, nella sala del Podestà (piazza Cavour) sabato 17 aprile. Il giorno dopo, domenica 18 aprile, doppio appuntamento: i magistrati Fabio di Vizio, sostituto procuratore di Forlì, e Daniele Paci, giudice presso il Tribunale di Pesaro, presenzieranno il convegno "Antimafia, la nuova Resistenza", in programma alla Sala del Giudizio del Museo della Città, via Tonini 1, Rimini. La tavola rotonda coincide con la Cena del tesseramento, in programma al termine, nella sede del Circolo operai riminesi di Montecavallo (via Montecavallo 24), alle ore 20,30. La prenotazione, per iscritti e simpatizzanti, è obbligatoria, telefonando allo 0541 22749 o scrivendo via e-mail a info@anpi.rimini.it.

Le celebrazioni proseguiranno giovedì 22 aprile, alle 21 alla Cineteca comunale di Rimini (via Gambalunga 27), con la proiezione del documentario "Duccio Galimberti: il tempo dei testimoni", del regista riminese Teo de Luigi, che sarà presente in sala. Il 23 aprile alle ore 17, verrà presentato il Censimento sul patrimonio storico-culturale esistente nella provincia di Rimini relativo alla linea Gotica, la linea di difesa tedesca approntata tra Tirreno ed Adriatico per contrastare l'avanzata alleata in Italia durante la Seconda Guerra Mondiale e che aveva in Rimini uno dei due capisaldi. Introdurrà l'incontro, presso la Sala del Buonarrivo, corso d'Augusto 231 Rimini, lo storico Alessandro Agnoletti, dell'Istituto storico della Resistenza e dell'Italia Contemporanea, insieme ai ricercatori Davide Bagnaresi e Marco Caligari.

Il giorno della Liberazione, invece, grande festa in piazza Tre Martiri: i valori della lotta partigiana si misceleranno con i valori dello sport, la musica e le diverse culture sociali nate dopo la Liberazione. Così a partire dalle 15 del 25 aprile, in piazza Tre martiri si darà "Un calcio al fascismo" nei tanti campi di calcetto approntati per le partite di bambini, ragazzi e adulti, insieme ad altri giochi della tradizione italiana, la merenda a chilometro 0 con prodotti delle nostre terre e lo spazio - lezioni sulla Resistenza e temi collegati: la repressione della Resistenza dei lavoratori e dei renitenti, le battaglie del Riminese, l'equiparazione tra Repubblichini e Partigiani. Infine la musica, dapprima con le due band, La banda dei Disertori e I Fiatisprecati. Poi, fino alle 23, la festa andrà avanti con gruppi musicali e artisti locali che si alterneranno sul palco. Tra questi Lorenzo "Miami", Daniele Maggioli, Beppe Ardito, i Folli Folletti folks, Lorenzo Semprini, La sezione e numerosi altri che stano dando in queste ore la loro disponibilità.

Le celebrazioni si concluderanno il 29 aprile ore 21, presso la Cineteca comunale (via Gambalunga 27 Rimini), con la proiezione del film "Sopra le nuvole" (Italia 2008, 87') di Sabrina Guigli e Riccardo Stefani, alla presenza dei registi.

Le manifestazioni per il 25 aprile sono organizzate da Anpi Rimini, con il patrocinio di Comune di Rimini e Provincia di Rimini, in collaborazione con Uisp, Volontarimini - centro di servizi per il volontariato, Istituto storico della Resistenza e dell'Italia Contemporanea, Anppia. E con la partecipazione di: A la calle, Mani tese, Emergency, Harissa, Italia - Cuba, Libera, Pacha mama, Arci, Dr clown, Mare di libri, Coop.

Comunicato stampa scritto per: