Unità

Gli articoli che ho scritto per il quotidiano L'unità, nelle pagine nazionali e dell'Emilia Romagna.

La noia di provincia: «E al clochard gli abbiamo buttato addosso la benzina». Fermati i responsabili del rogo: incensurati.

“Ma te l'immagini dare fuoco al barbone?!”. Una chiacchiera al bar, una frase di scherno: è stata questa che ha perso i 4 autori del rogo che ha avvolto Andrea Severi, il senzatetto di Rimini nella notte del 10 novembre. L'ultimo atto di una serie di molestie che Alessandro Bruschi, barista, e Fabio Volanti, ancora studente per un paio di bocciature, entrambi di 20 anni, Enrico Giovanardi, perito chimico e tirocinante in un laboratorio di analisi, e Matteo Pagliarani, elettricista, di 19 anni, hanno rivolto a un “clochard”.

Articolo scritto per: 
testi: 
Luoghi: 

Rimini, parla un testimone «Così ho soccorso il clochard». Volevano ucciderlo «ero in macchina, ho visto le fiamme alte»

«Lo volevano uccidere: c'era il fuoco sulla panchina, sull'asfalto davanti, su di lui. Era premeditato». E' William Mancini, il ragazzo di 23 anni che poche sere fa per primo ha soccorso Andrea Severi, l'homeless bruciato vivo a Rimini. Ricostruisce quei momenti drammatici con calma, solo da un leggero rossore sulle gote: stupisce di trovarsi davanti a un ragazzo. Esclude l'ipotesi tentato suicidio, il tappo della tanica di benzina era su un paletto, poco distante dal rogo.

Articolo scritto per: 
testi: 
Persone: 
Luoghi: 

Clochard bruciato. A Rimini s'indaga. Più lontana la pista politica

La più grande ha 26 anni, il più giovane 22: sono due ragazze straniere e un ragazzo i coraggiosi che lunedì notte hanno prestato i primi soccorsi ad Andrea Severi, mentre era avvolto dalle fiamme sulla panchina di Rimini, dove viveva da anni. Un gesto che ha permesso ad Andrea di limitare le pur gravi ferite che ha subito, ustioni del 3° e 2° grado sul 40% del corpo, per colpa della benzina gettata da uno o più sconosciuti. Le indagini, infatti, stanno procedendo ma senza grandi passi, a causa della reticenza di Severi.

Articolo scritto per: 
testi: 
Luoghi: 

Choc a Rimini. Clochard bruciato sulla panchina. Cosparso di liquido infiammabile mentre dormiva: è in prognosi riservata

Due scarpe da tennis bruciacchiate, una striscia di plastica fusa sulle doghe della panchina, annerite dal fuoco: sono i segni che restano del rogo che ha avvolto Andrea Severi, l'uomo di 44 anni originario di Taranto, che aveva eletto la panchina alle porte di Rimini come sua dimora. Lo hanno cosparso di un liquido infiammabile mentre dormiva - una tanica è stata trovata poco lontano - soprattutto le gambe e il corpo fino all'ombellico ed hanno acceso. Chi e perché, non si sa. Razzismo? Oppure balordi che aveva scacciato in passato da un parco, quando si era assunto il ruolo di allontanare gli spacciatori? E dai quali era stato picchiato duramente, fratturandogli un braccio e alcune costole?

Articolo scritto per: 
testi: 

Elezioni a San Marino vince il centrodestra. Il premio di maggioranza introdotto dalla riforma dovrebbe garantire stabilità.

Non ha portato fortuna al centrosinistra la sua riforma elettorale, tesa a dare stabilità al governo di San Marino: la coalizione «Riforme e libertà», Partito dei socialisti e dei democratici (Psd), Sinistra Unita e i Democratici di centro, è uscita sconfitta dal confronto con il «Patto per San Marino», che schierava 4 simboli per 7 formazioni politiche, Democrazia cristiana in testa (Pdcs), Alleanza Popolare (Ap) e i rassemblement Lista delle libertà e Unione sammarinese dei moderati (Usm).

Articolo scritto per: 
testi: 
Argomenti: 
Luoghi: 

Pagine

Abbonamento a RSS - Unità