Comune di Rimini

Rimini. Schieramenti divisi. Se la giocano il Pd Gnassi e il Pdl Renzi

Ultime ore da inquilino a palazzo Garampi per Alberto Ravaioli, il silente (in campagna elettorale) sindaco uscente di Rimini. Da questa mattina saranno (probabilmente) Andrea Gnassi per il centrosinistra e Gioenzo Renzi per Pdl e Lega a tentare la scalata, entrambi nel segno della discontinuità, del secentesco edificio pubblico, cercando i voti dei 113971 elettori riminesi, 54375 uomini e 59596 donne. Insieme ad altri 9 candidati sindaci e ben 21 liste collegate per eleggere, oltre al sindaco, i 32 consiglieri comunali che la nuova legge dota ai comuni di meno di 250 mila abitanti. Un taglio di 8 seggi che fa lievitare di molto le preferenze da ottenere ai circa 670 candidati in lizza.

Un po' di colore: 43 gli ultracentenari al voto, la più "adulta" ha 103 anni, 5 invece diventano maggiorenni oggi e fanno parte della schiera di 1327 "remigini" del voto, mentre 188 sono i cittadini europei che hanno chiesto di votare a Rimini: 131 rumeni (chissà chi voteranno...), 11 tedeschi, 9 francesi, 8 inglesi e 5 olandesi.

Articolo scritto per: 
testi: 
Istituzioni: 
Luoghi: 

Commissariata la Carim. Rapporti con San Marino, Rimini in ansia per la sua banca. decapitati vertici per «gravi irregolarità»

Inviti alla calma, richiami ai risparmiatori ad avere fiducia ma soprattutto l'esortazione al «sistema» Rimini «istituzioni, le associazioni, le imprese, gli organi d'informazione» del sindaco Alberto Ravaioli e del presidente della Provincia Stefano Vitali a «non farci sopraffare dal panico ma semmai di dimostrare di essere sistema, conducendo con pazienza e mano ferma in porto una barca ora in difficoltà». E' il «day after» della Cassa di Risparmio di Rimini, il momento più duro per lo storico istituto di credito, con i vertici decapitati dal decreto del ministro alle Finanze Tremonti a causa di «gravi irregolarità nell'amministrazione e violazioni normative - scrive Banca d'Italia - gravi perdite patrimoniali nonché per gravi inadempienze nell'esercizio dell'attività di direzione e coordinamento del gruppo bancario, con particolare riferimento alla controllata Credito Industriale Sammarinese (Cis)».

Articolo scritto per: 
testi: 
Istituzioni: 

Lungomare: sogni di modernità che sanno di passato

Exitime, copertina del numero 9, luglio 2008

Il sipario del palazzo dell'Arengo ha svelato i "desiderata" dei projet financing per il lungomare di Rimini. Nei rendering di famosi studi di progettazione europei hanno preso forma i - possibili - futuri skyline della città, venendo dal mare. Sogni da nuovo millennio, coltivati per lasciare un segno politico di questi anni. Un segno qualunque sarebbe bastato, ma questi progetti ne sono l'essenza, con le loro radici di cemento e tondelli nel nostro passato come, a ben guardare, chi li coltiva con torva ostinazione.

Articolo scritto per: 
testi: 
Istituzioni: 
Luoghi: 
Abbonamento a RSS - Comune di Rimini